iphone7-1 Fonte foto: Shutterstock
APPLE

IPhone 8 con schermo curvo grazie alla tecnologia OLED

Nel corso di una conferenza universitaria, il presidente di Sharp annuncia che la sua azienda è pronta a collaborare con Apple per la fornitura di pannelli OLED

In quella che è una vera e propria guerra dei mondi, la tecnologia costruttiva dello schermo è sempre stato uno dei maggiori elementi di differenza tra Samsung e Apple. Mentre i Galaxy montavano display SuperAMOLED, gli iPhone restavano fedeli ai display LCD.

Questo, almeno, fino all’iPhone 7. Stando a quanto affermato dal presidente di Sharp, azienda leader nel settore degli schermi per smartphone e passata nelle mani di Foxconn (storico fornitore di Apple) a inizio 2016 per 6 miliardi di dollari, la casa di Cupertino si preparerebbe allo storico passaggio. L’iPhone 8, previsto in tre differenti misure, dovrebbe infatti montare dei pannelli OLED: andrebbe così in pensione la vecchia tecnologia e Apple si allineerebbe alle scelte della diretta concorrente. Secondo il presidente Sharp il passaggio alla tecnologia OLED (acronimo di Organic Light Emitting Diode, ovvero diodo organico a emissione di luce) consentirebbe all’azienda Californiana di tornare a innovare e conquistare nuovo pubblico.

Perché l’OLED

Parole sicuramente forti, ma che trovano giustificazione nei vantaggi tecnologici che l’OLED potrebbe garantire nella progettazione e realizzazione del nuovo melafonino. Un pannello fatto di diodi organici, infatti, garantisce una maggiore luminosità e una maggiore profondità di colori: ciò si tradurrebbe in immagine più vivide e realistiche rispetto alle attuali. I pannelli OLED, inoltre, sono più “malleabili” e consentono di realizzare schermi curvi (così come già visto, ad esempio, nei modelli Edge dei Samsung Galaxy S6 e Samsung Galaxy S7) o smartphone con display edge-to-edge (come recentemente mostrato da Xiaomi con il Mi Mix).

Ti raccomandiamo