INTERNET OF THINGS

Plum, la cantina 2.0 che raffredda automaticamente il vino

Il device è in grado di riconoscere in automatico la tipologia di vino e la giusta temperatura per ogni bottiglia che contiene

Questa ultima novità interesserà soprattutto gli amanti del vino. Arriva infatti Plum, la prima cantina refrigerata che in automatico sceglie l’esatta temperatura in cui mantenere una determinata varietà di vino.

Che sia rosso, bianco o rosato, ogni tipologia di vino ha la sua temperatura ideale. Per sprigionare tutte le caratteristiche organolettiche, un vino infatti deve essere conservato a un certa condizione termica. Non sempre, però, a meno che non si è dei grandi sommelier, si dispone delle conoscenze necessarie per scegliere l’esatta temperatura. In soccorso arriva Plum, un dispositivo Wi-Fi con tre telecamere interne, diviso in due comparti e che è in grado di riconoscere in automatico l’esatta temperatura per ogni bottiglia di vino che contiene. Le informazioni verranno visualizzate sullo schermo touchscreen del device.

Come funziona

Plum, la cantina Wi-FiFonte foto: Plum
Plum, la cantina Wi-Fi

La prima cosa che bisogna fare è inserire la bottiglia di vino all’interno di uno dei due scompartimenti. Plum ha infatti due aree termicamente isolate che permettono di raffreddare fino a un massimo di due bottiglie di vino. Una volta inserita la bottiglia, la cantina scansiona l’etichetta attraverso le telecamere e carica, sfruttando internet, i risultati nel database. Dopo appena 30 secondi sul display appariranno una serie di informazioni riguardo alla tipologia di vino contenuto nella cantina hi-tech, tra cui il nome del vitigno e l’azienda produttrice. Plum è infatti capace di riconoscere fino a 220 varietà di vino. Ottenuti questi dati, il device inizierà ad impostare l’esatta temperatura per ciascuna bottiglia inserita.

Conservazione fino a 90 giorni

Un’altra caratteristica interessante è che Plum permette di conservare il vino fino a 90 giorni. Una volta che una bottiglia di vino è stata aperta, il liquido infatti inizia a deteriorarsi. Questo effetto è conosciuto come ossidazione. Per impedire che l’aria rovini il vino, Plum esegue un buco sottile nel sughero con un ago di acciaio inossidabile e contemporaneamente pressurizza la bottiglia iniettando del gas argon, invece che rimuovere il tappo come avviene normalmente. A questo punto il vino è pronto per essere bevuto, basterà infatti impartire il comando direttamente dal display touchscreen da 7 pollici.

Altre funzionalità

La cantina refrigerata offre inoltre alte interessanti funzionalità. Ad esempio è in grado di memorizzare le nostre preferenze. Mettiamo il caso che abitualmente preferiamo bere un Montepulciano d’Abruzzo ad una temperatura più altra, Plum sarà in grado di impostare la giusta gradazione termica in automatico. Il device wi-fi, grazie proprio alla connessione a internet, riporta sullo schermo anche delle recensioni per ciascuna bottiglia che contiene.

 

(Il video in apertura Introducing Plum Fully Automatic Wine Appliance è tratto da YouTube)

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo