iphone 6s Fonte foto: Hadrian / Shutterstock, Inc.
APPLE

Problemi batteria iPhone 6S, la causa va ricercata nell’aria

Secondo una dichiarazione presente nel sito Apple, le cause degli improvvisi spegnimenti dell’iPhone 6s sono addebitabili a un difetto di fabbricazione

Dopo giorni di indiscrezioni, anticipazioni e discussioni, il batterygate che ha interessato alcuni modelli dell’iPhone 6S sembra essersi finalmente risolto. La casa di Cupertino ha ufficialmente riconosciuto il problema e ha avviato una campagna di richiamo che ha interessato anche alcuni utenti italiani.

Dopo alcuni giorni di silenzio, inoltre, Apple ha anche rivelato le problematiche che hanno causato il malfunzionamento delle batterie iPhone 6S. Non si tratta, come ipotizzato da più parti nei primissimi giorni, di una soluzione software necessaria a preservare la funzionalità del dispositivo della mela morsicata e l’incolumità degli utenti, ma di un vero e proprio difetto di fabbricazione che ha interessato gli iPhone 6S prodotti tra settembre e ottobre 2015. E, anche se qualcuno farà fatica a crederci, la causa di tutto è un “colpo d’aria” che ha compromesso la stabilità interna degli accumulatori. Ma procediamo con ordine.

Batteria iPhone 6S, problemi sorti in laboratorio

Secondo la dichiarazione Apple, pubblicata sul sito ufficiale cinese, la “morte improvvisa” delle batterie è dovuta all’eccessiva esposizione all’aria controllata dei laboratori di produzione. “Come risultato – si legge nella nota ufficiale della casa della mela morsicata – le batterie in questione degradano più velocemente e porta il dispositivo a spegnersi improvvisamente. Vale la pena sottolineare che non si tratta di un problema legato alla sicurezza del dispositivo”.

Ti raccomandiamo