signal Fonte foto: signal
ANDROID

Signal, l'app di messaggistica sicura testa le videochiamate

Come Facebook Messenger e WhatsApp, anche l'applicazione open source introduce le videochiamate. La feature al momento sarà disponibile solo su Android

Signal, l’app di messaggistica sicura diventata famosa grazie ad Edward Snowden, introduce una nuova funzionalità: come WhatsApp e Messenger, il software consentirà ai suoi utenti non solo di chiamare, inviare messaggi, immagini e video, ma anche di effettuare le videochiamate.

Anche se ancora è disponibile solo in versione beta, la nuova versione dell’app è già scaricabile dal Google Play Store. Grazie alla nuova caratteristica gli utenti dell’applicazione, cresciuta soprattutto nel 2016, potranno chiamarsi in video e in totale sicurezza. Signal, secondo quanto si apprende, proteggerà le conversazioni video utilizzando esattamente lo stesso metodo di criptaggio impiegato con gli altri messaggi. Uno dei tratti distintivi del software è appunto la sicurezza. Secondo infatti alcuni esperti di cyber security, Signal è una delle migliori applicazioni per quanto riguarda la protezione della privacy.

Le video chiamate al momento solo su Android

Al momento la nuova funzionalità sarà disponibile solo, come visto, per gli utenti del robottino verde, mentre non ci sono notizie su quando le videochiamate sbarcheranno anche sui dispositivi che girano con il sistema operativo di Apple. Dicevamo che il software open source, sviluppato da Open Whisper Systems e lanciato per la prima volta nel 2014, è considerato tra le app di messaggistica più sicure. Ad esempio, Electronic Frontier Foundation, un’organizzazione che combatte per la tutela dei diritti digitali, nel 2014 l’ha inserita all’interno della sua Surveillance Self-Defense, un guida che spiega come difendersi contro la sorveglianza.

Signal, l’app che sicura che protegge le tue conversazioni

La particolarità di questa app è che usa dei sistemi di crittografia end-to-end avanzati i quali sono in grado di rendere più sicure le conversazioni. Tra cui troviamo anche la possibilità di verificare l’attendibilità di emittente e ricevente attraverso lo scambio reciproco di alcuni chiavi. In questo modo diventa più difficile intercettare le comunicazioni. Signal inoltre, a differenza di altre app di messaggistica, non archivia neanche le conversazioni.

Ti raccomandiamo