x9-plus Fonte foto: Web
ANDROID

Vivo X9 Plus, lo smartphone cinese che vuol battere iPhone 8 sul tempo

Negli ultimi tempi sia Samsung che Apple hanno lavorato per integrare lo scanner delle impronte digitali nello schermo, ma l’azienda Vivo potrebbe battere tutti

Apple e Samsung nell’ultimo periodo hanno lavorato sodo per integrare il sensore delle impronte digitali nello schermo dei telefoni. Eppure un’azienda cinese potrebbe battere sul tempo i due colossi. Si tratta della società Vivo che sta lanciando lo smartphone X9, con sensore delle impronte digitali nel display.

Il Vivo X9 Plus verrà presentato molto probabilmente a fine giugno durante la conferenza di Shanghai MWC. Mentre le vendite partiranno dal mese di luglio. La caratteristica fondamentale del dispositivo è proprio lo schermo che presenta il sensore per le impronte digitali direttamente integrato nel display. Una soluzione comoda e soprattutto un metodo per rendere più elegante il design dello smartphone. Se l’azienda cinese riuscisse a lanciare questa tecnologia nel suo telefono entro fine mese batterebbe sul tempo Apple. Secondo diverse fonti, infatti, il prossimo iPhone 8 avrà sensore e tasto fisico Home integrato nello schermo.

Sensore integrato nel display

In tutto ciò l’azienda che è rimasta più indietro in questa particolare tecnologia sembra essere Samsung. Il colosso sudcoreano avrebbe dovuto integrare il sensore delle impronte nello schermo sul nuovo Galaxy S8. Ma a pochi giorni dal lancio l’azienda ha dichiarato che le basi per questa soluzione non erano ancora pronte. Ora c’è curiosità per capire se in futuro Samsung applicherà questa soluzione sui suoi top di gamma o se per il momento l’alternativa del sensore integrato nel display è stata abbandonata definitivamente. Secondo alcune indiscrezioni Samsung comunque potrebbe far avere ai suoi utenti questa tecnologia sull’atteso Galaxy Note 8. Questo dispositivo dovrebbe essere lanciato ufficialmente ad agosto, ma fonti vicine a Samsung hanno fatto già sapere che potrebbero essere lanciato un po’ più tardi e che il sensore integrato potrebbe non esserci.

Ti raccomandiamo