SMART EVOLUTION

Vudu7 V, lo smartphone per il manubrio della bici che fa video

Vudu7 ha presentato V il suo computerino che fa da GPS, sistema di bordo per prestazioni e percorsi, videocamera in HD, telefono stand-alone e allarme antifurto

Per gli appassionati delle due ruote e soprattutto per gli amanti dei gadget elettronici per la bicicletta oggi è una buona giornata. Gli accessori da bici, come fotocamere, fari e computer di bordo, infatti, solitamente creano disordine e appesantiscono la bici, ma grazie a Vudu7 V ora tutto è racchiuso in un solo dispositivo.

Nel cuore del Vudu7 V troviamo un cycling computer con SoC quad-core, schermo da 4 pollici e controller Bluetooth separato. Il tutto gestito grazie a una versione personalizzata di Android 6.0. Utilizzando i sensori come il GPS, l’accelerometro, il giroscopio e il barometro, tiene traccia di diversi parametri come la velocità, la distanza percorsa e il tragitto intrapreso. Ovviamente offre anche dei consigli per la navigazione in percorsi non conosciuti. Può essere accoppiato con diversi dispositivi e applicazioni di terze parti, come misuratori di potenza, cardiofrequenzimetri, strumenti per l’analisi delle prestazioni. Ed è dotato di connessione Wi-Fi.

Vudu 7 V, uno smartphone da bici

Vudu7 V non si fa mancare niente. A bordo troviamo anche una videocamera HD a 1080p per registrare i nostri allenamenti o le nostre escursioni. Ci sono due fari LED e anche uno slot per inserire le schede SIM. Infatti V può essere usato come telefono stand-alone oppure accoppiato a uno smartphone. Non mancano poi gli altoparlanti stereo che possono essere utilizzati per riprodurre musica o per ascoltare le chiamate in arrivo. Tutto ciò è contenuto dentro un rivestimento molto resistente in policarbonato impermeabile e ha un peso di 350 grammi. V è alimentato da una batteria ricaricabile da 8,000mAh.

(video tratto da YouTube)

Ulteriori caratteristiche Vudu7 V e prezzo

Vudu 7 V è removibile, perciò quando non lo usiamo sulla bicicletta può essere conservato in casa o in garage. Ma l’azienda consiglia di ancorarlo alla bici perché funziona anche come allarme e, se attivato, avvisa il proprietario se uno sconosciuto sta spostando la bicicletta. E se non lo sentissimo invierà anche un messaggio allo smartphone per avvisarci del furto. Inoltre grazie al GPS ritrovare la bici potrebbe non essere impossibile. Se ve lo state chiedendo, la risposta è no. V non fa anche il caffè. Attualmente V è in fase di lancio con una campagna di crowdfunding e dovrebbe essere introdotto al pubblico per un prezzo che va dai 300 ai 450 dollari.

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo