tunnel-boring-machine-3d Fonte foto: Web
TECH NEWS

Elon Musk vuole liberare le città dal traffico, portandolo sottoterra

L'idea del patron di Tesla e SpaceX è la costruzione di un'estesa rete di tunnel per ridurre il traffico, diminuire il consumo di carburante e delle emissioni di CO2

Elon Musk – CEO di Tesla e SpaceX – aveva già lanciato l’idea tempo fa di scavare dei tunnel sotto le strade a grande percorrenza per migliorare la viabilità mentre era imbottigliato nel traffico di Los Angeles. Adesso, sembra davvero intenzionato a farlo. Lo ha annunciato seriamente su Twitter.

E ha già anche trovato il nome della futura aziendaThe Boring Company” che in inglese, oltre che noioso, vuol dire anche “scavare“. Musk stava già maturando l’idea da un po’ e ne aveva già accennato nel gennaio scorso durante il concorso di progettazione di Hyperloop, il treno ad alta velocità di SpaceX. In quell’occasione disse: «è un’idea molto semplice e mi auguro che sempre più persone siano intenzionate a costruire più gallerie. I tunnel sono grandiosi. Si tratta solo di scavare un buco nel terreno, non è poi così complicato. Ma costruendole nelle città si potrebbe ridurre drasticamente il traffico e si potrebbero avere tunnel a vari livelli, anche 30 livelli, e questo risolverebbe completamente il problema della congestione nelle città ad alta densità. Consiglio, vivamente, la costruzione di gallerie sotterranee.»

Uomo d’azione

Detto fatto. Questa mattina Elon Musk sul suo profilo Twitter apre la giornata con queste testuali parole «il traffico mi sta facendo impazzire. Ho intenzione di costruire una macchina per costruire tunnel e inizio semplicemente a scavare… ». Non solo ha annunciato il suo prossimo progetto, ma lo ha persino già aggiunto alla sua biografia Twitter: oltre Tesla, SpaceX, OpenAI, ha trovato spazio anche Tunnels (yes, tunnels).

La talpa di Musk

The tunnel boring machine (TBM) che Elon Musk ha intenzione di costruire – conosciuta in gergo anche come “talpa” – è una macchina utilizzata per scavare tunnel ed è in grado di perforare qualsiasi cosa, dalla roccia più dura alla sabbia. Si tratta di macchine già usate per progetti come oleodotti e altre situazioni che richiedono una scavo su lunghe distanze. Fin qui non sarebbe una novità se non fosse che l’idea del patron di Tesla e SpaceX è trasformare il sottosuolo delle città in una sorta di gruviera. Non proprio, quindi, un progetto che passerebbe inosservato e che, ovviamente, richiede autorizzazioni e provoca disagi alla popolazione.

Banco di prova per colonia su Marte?

Per sapere qualche informazione in più su Hyperloop, clicca sull'immagine
Per sapere qualche informazione in più su Hyperloop, clicca sull’immagine

Va detto, a difesa di Musk, che a prima vista potrebbe sembrare un’idea da fuori di testa, ma non sarebbe il progetto bollato come “assurdo” – almeno sulla carta – che il papà dell’Hyperloop, il treno supersonico, non sia riuscito a sviluppare o in procinto di portare a termine. E non è detto che questa idea sia collegata a un’altra ancora più ambiziosa: costruire una colonia sul pianeta Marte. Affinare delle buone tecniche di scavo sarebbe un ottimo banco di prova per la costruzione di un habitat che dia la possibilità di difendersi dal freddo estremo, dalla bassa pressione e dalle alte radiazioni del pianeta rosso. Senza contare che, e qui torniamo sulla Terra, un progetto come quello di ridurre il traffico tramite la costruzione di tunnel avrebbe anche dei risvolti ambientali positivi come la diminuzione del consumo di carburante e quindi delle emissioni di carbonio.

Ti raccomandiamo