computer-rete-neurale Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Elon Musk: in futuro i cervelli saranno connessi con i computer

La nuova tecnologia di intelligenza artificiale potrebbe essere in grado di collegare il cervello umano a un’interfaccia computerizzata

In futuro il nostro cervello potrebbe comunicare direttamente con il computer. A sostenere questa tesi avveniristica è stato Elon Musk, il fondatore di Space X, l’azienda che da anni punta a portare l’uomo in orbita a costi accessibili, e di Tesla, leader nel settore delle automobili elettriche.

Secondo, infatti, quanto sostiene il giovane imprenditore americano, gli esseri umani tra qualche anno potranno interagire con i computer senza il supporto dei dispositivi tecnologici. Un progetto degno dei miglior film di fantascienza che per l’inventore di origini sudafricane non sarebbe irrealizzabile. Elon Musk, infatti, sostiene che l’unica differenza tra le persone e le macchine sta nella relazione di input e output. Il cervello è già in grado di analizzare e memorizzare un numero elevato di informazioni, ma il processo di “fuoriuscita” di questi dati è molto più lento rispetto ai nuovi sistemi di intelligenza artificiale. Da qui l’idea di creare un percorso immediato tra cervello e computer.

Il sistema avvicina le persone all’intelligenza artificiale

Elon Musk dunque è pronto a imbarcarsi in una nuova avventura, dopo i numerosi progetti futuristici a cui sta lavorando ormai da anni. Ad esempio, alcune settimane fa ha annunciato di voler costruire dei tunnel per spostare il traffico sotto terra e il suo sogno di realizzare il primo treno a lievitazione magnetica potrebbe presto trasformarsi in realtà. Hyperloop One, una delle aziende create proprio per portare avanti l’idea, infatti sarebbe pronta a iniziare i primi test in Nevada. Tornando all’ultimo progetto dell’imprenditore naturalizzato americano, l’obiettivo è quello di avvicinare le persone alle macchine, soprattutto considerando la diffusione dell’intelligenza artificiale.

Il laccio neurale di Elon Musk

Secondo Musk gli esseri umani dovranno interagire in “simbiosi” con l’intelligenza artificiale e non essere semplici spettatori. In che modo? Il padre di Tesla parla di una tecnologia che sarà in grado di collegare il cervello umano a un’interfaccia computerizzata. Il sistema è chiamato laccio neurale, una sorta di dispositivo wireless da impiantare direttamente nel cervello e capace di bypassare l’utilizzo di qualsiasi dispositivo. Per l’imprenditore americano, l’intelligenza artificiale deve essere un’opportunità e non una minaccia per l’umanità.

Ti raccomandiamo