SMART EVOLUTION

Google, brevettato il drone che va al lavoro al posto tuo. Foto

Nel nuovo brevetto di Google viene descritto un drone che in futuro potrebbe sostituire l'uomo in ufficio. Sarà utilizzato anche in ambito medico

C’è un sogno che milioni di persone sperano di realizzare: restare a casa e mandare a lavorare qualcun altro al loro posto. Grazie alla lungimiranza di Google, questo desiderio non sarebbe così lontano dall’essere esaudito.

La società con sede a Mountain View, infatti, starebbe lavorando a un drone che in futuro potrebbe sostituirci in ufficio. Il nuovo progetto di Google è saltato fuori da un brevetto pubblicato da alcune ore dall’ US Patent and Trademark Office. Si tratterebbe di un dispositivo in grado di volare all’interno di uffici e costruzioni e dotato di alcune caratteristiche pensate per aiutare una persona a collaborare con i suoi colleghi anche a distanza. Il drone, infatti, sarebbe capace di passare da una stanza all’altra e, rispetto ai tradizionali robot, sarebbe anche molto agile. La tecnologia, quindi, consentirebbe di lavorare in remoto, standosene tranquillamente a casa.

Il drone da ufficio di Google

Il drone da ufficio che Google vorrebbe realizzare, secondo quanto è possibile intuire dal nuovo brevetto, presenta delle interessanti specifiche tecniche. Il velivolo robotizzato è un quadricottero che potrebbe trasportare in alto uno smartphone. Il suo controllo sarebbe affidato proprio al dispositivo mobile. Il drone potrebbe anche includere uno schermo e un sistema che serve a proiettare sui muri delle immagini (ad esempio quelle del suo proprietario). Sorprende anche la forma del device intelligente: come si nota dal brevetto, il drone di Google avrà una forma ad H come dimostrano le immagini della fotogallery in alto). Quasi sicuramente sarà costruito con materiali leggeri e avrà un sistema audio video avanzato.

Sarà usato anche in campo medico

Google continua dunque a sfornare progetti, come dimostra il suo ultimo brevetto. Se un giorno il quadricottero sarà mai realizzato potrebbe essere impiegato in numerosi settori. Pensiamo, ad esempio, alla medicina. Potrebbe aiutare i dottori a consultarsi a distanza riguardo alla salute dei pazienti. Non ci sono al momento indicazioni se e quando la tecnologia sarà sviluppata. Si tratta infatti solo un brevetto, che però non impedisce di sognare: un giorno al lavoro potremmo mandare un robot.

Premi sull'immagine per scoprire i migliori droni in circolazioneFonte foto: Shutterstock
Premi sull’immagine per scoprire i migliori droni in circolazione

Ti raccomandiamo