chat erotiche Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come scoprire se nelle chat erotiche usano la tua foto di Facebook

Ci sono alcuni modi attraverso cui è possibile scoprire se qualcuno ha rubato la nostra immagine di Facebook e l'ha pubblicata in Rete

Sono molte le persone che ogni giorno rimangono vittime di furti di identità su internet. E non sempre a causa di violazioni informatiche. Molti dei nostri dati personali possono essere presi dai nostri account social. Come nell’ultimo caso resto noto dalla Polizia sul proprio account Facebook Commissariato PS Online-Italia.

Secondo quanto raccontato dalla forza di pubblica sicurezza, in una città siciliana, di cui non si conosce il nome, le immagini di alcune ragazze sono finite in una chat erotica. E senza che le giovani donne sapessero nulla. A pubblicare le foto, che sono state scoperte per caso, sarebbe stato un trentaquattrenne. La Polizia Postale è arrivato all’uomo risalendo al suo indirizzo IP. Il responsabile è stato denunciato e dovrà scontare una pena di 8 mesi in prova ai servizi sociali. Ma è possibile scoprire se qualcuno si è appropriato di alcune nostre immagini per creare un profilo falso o pubblicarle su internet?

Limitare l’accesso ai dati pubblicati su Facebook

Prima di rispondere a questa domanda è utile fare una piccola, ma importante considerazione. Come ci suggeriscono alcuni esperti in sicurezza informatica, ci sono alcuni elementi che è meglio non condividere pubblicamente su Facebook, o su un altro social network. E tra questi ci sono la data di nascita e le fotografie dei nostri bimbi. Se proprio vogliamo creare un album fotografico “sensibile” è consigliabile cambiare prima le impostazioni di privacy e limitare così l’accesso ai nostri dati personali solo alle persone fidate. In questo modo eviteremo che qualche occhio indiscreto sbirci liberamente nel nostro profilo e ci rubi dati e immagini pubblicate.

Come scoprire chi ci ha rubato le immagini

Detto ciò, cerchiamo di rispondere alla domanda di poco fa. Sì, è possibile scoprire se qualcuno sta usando in maniera impropria una delle nostre foto di Facebook. Il modo più semplice è utilizzare Google Immagini. Trascinate l’immagine o copiate il suo link nella barra di ricerca e Google, grazie ad alcuni algoritmi di riconoscimento facciale avanzati, vi aiuterà a scoprire se la foto è stata pubblicata da qualche parte su internet.

Altri programmi per rintracciare le immagini

Ci sono poi altri siti utilizzabili per rintracciare le immagini sul web. Uno dei più famosi è TinEye. Come Google Immagini, il sito internet consente di trovare una foto incollando la Url nella barra di ricerca. TinEye è utile anche per cercare immagini pubblicate su Flickr. Se invece volete scoprire se qualcuno vi ha rubato non solo le foto, ma anche il testo della vostra pagina web potete usare Copyscape.

Sistemi di verifica a parte, la principale arma resta sempre e comunque la prevenzione. Non pubblicate apertamente foto e altri dati sensibili sui social network. Se lo fate, ricordatevi di modificare le impostazioni di privacy. E se avete scoperto che qualcuno ha creato un profilo Facebook utilizzando i vostri dati, segnalatelo immediatamente al social network.

Ti raccomandiamo