TECH NEWS

Spaces e Camera Effects: Facebook punta su realtà virtuale e aumentata

Camera Effect Platform e Facebook Spaces sono le novità più importanti presentate da Mark Zuckerberg durante F8, l’evento annuale dedicato agli sviluppatori

19 Aprile 2017 - Come ogni anno, Mark Zuckerberg ha riunito gli sviluppatori a San Josè per l’F8, evento organizzato per presentare le novità più interessanti per quanto riguarda Facebook e i prodotti realizzati dall’azienda di Menlo Park. E per il 2017 le novità più importanti riguardano la realtà virtuale e la realtà aumentata.

La strategia di Facebook è abbastanza chiara: distruggere Snapchat. Dopo aver preso spunto dalla piattaforma del fantasmino giallo per creare le Instagram Storie e le Facebook Storie, ora l’azienda di Menlo Park è pronta al passo successivo: anticipare Snapchat e convincere i Millenials a lasciare la piattaforma e ad abbracciare Facebook. E per farlo ha presentato Camera Effect Platform e Facebook Spaces, due nuovi strumenti che permetteranno di utilizzare la realtà virtuale e la realtà aumentata per rendere uniche le proprie immagini e i video.

Gli sviluppatori potranno sfruttare le due nuove piattaforme realizzate da Facebook per creare applicazioni e filtri personalizzati da integrare all’interno dell’applicazione. La piattaforma social vuole cambiare definitivamente il modo di comunicare, dicendo addio ai messaggi testuali e abbracciando foto e video. Come detto dallo stesso Mark Zuckerberg, la comunicazione umana diventerà sempre più visuale e Facebook vuole anticipare il futuro con Camera Effect Platform e Facebook Spaces

Come funziona Camera Effect Platform

La fotocamera sarà sempre più al centro dei piani di sviluppo di Facebook. Nei prossimi anni il social network verrà utilizzato sempre più da mobile e l’azienda di Menlo Park non vuole farsi trovare impreparata. Camera Effect Platform si divide in due strumenti: Frames Studio e AR Studio.

Frames Studio è un editor online, già disponibile in tutto il mondo, che permette agli utenti di modificare l’immagine profilo o le foto da pubblicare sulle Pagine Facebook utilizzando la realtà aumentata. L’azienda di Menlo Park ha pubblicato anche delle linee guida da seguire per utilizzare al meglio lo strumento.

AR Studio, invece, è una piattaforma dedicata principalmente agli sviluppatori e per il momento è stata rilasciato solamente in versione beta. Lo strumento combina attraverso un algoritmo i dati raccolti dalla fotocamera con i contenuti realizzati dagli sviluppatori. Con AR Studio sarà più semplice creare dei filtri con la realtà aumentata da usare mentre si scattano le immagini. Sarà possibile utilizzare i filtri anche mentre si registrano dei video con Facebook Live.

Facebook Spaces

Su Facebook Spaces non poteva mancare il selfie stick
Su Facebook Spaces non poteva mancare il selfie stick

Non solo realtà aumentata. Durante l’F8, Mark Zuckerberg ha presentato anche Facebook Spaces, un’applicazione per la realtà virtuale che sarà disponibile fin da subito in versione beta sull’Oculus Rift, il visore VR di Facebook. L’applicazione è pensata per gli amici che vivono a centinaia di chilometri di distanza e non hanno mai la possibilità di incontrarsi: con Facebook Spaces potranno farlo all’interno della realtà virtuale. Ogni utente potrà creare il proprio avatar personale e utilizzarlo durante le chiamate. Le videochiamate partiranno su Facebook Messenger e poi si sposteranno su Facebook Spaces. All’interno dell’applicazione sarà possibile vedere tutti i contenuti presenti sul social network: dalle foto panoramiche fino ai video a 360 gradi. Inoltre, gli utenti potranno personalizzare il proprio spazio disegnando nuovi contenuti o utilizzando quelli offerti da Facebook Spaces. L’applicazione è solo il primo passo della rivoluzione messa in atto dal social network: nei prossimi anni il modo di comunicare sarà completamente differente.

Le altre novità presentate al F8 2017

Facebook ha presentato anche altre novità che riguardano direttamente gli sviluppatori e tutti coloro che utilizzano il social network per lavoro.

Developer Circles è un nuovo programma che permetterà a tutti gli sviluppatori di comunicare tra di loro, per scambiarsi delle idee e per ottenere dei consigli su come realizzare delle nuove applicazioni per Facebook. Gli utenti potranno organizzare anche degli eventi offline per conoscersi meglio, fare amicizia e creare nuove relazioni.

Places Graph, invece, è una nuova piattaforma messa a disposizione da Facebook che raccoglie oltre 140 milioni di informazioni sui ristoranti, parchi pubblici, bar e negozi. Gli utenti possono trovare informazioni come l’indirizzo, il numero di telefono e le recensioni dei consumatori. In questo modo per le persone sarà più semplice scoprire dove andare e decidere cosa fare.

Instagram funzionerà anche offline

Oltre a Facebook, c’ stato spazio anche per Instagram. Il social dedicato agli amanti della fotografia funzionerà anche offline: gli utenti potranno creare il proprio post e pubblicarlo quando avranno la connessione a internet. La nuova funzionalità sarà disponibile inizialmente solo per gli utenti Android.

 

Il video in apertura è tratto da Facebook
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

 

Ti raccomandiamo