intelligenza-artificiale Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

L'Intelligenza Artificiale di Google migliora le foto come nei film

Una tecnologia sperimentale di Mountain View è in grado di aumentare quasi miracolosamente la qualità delle immagini in bassa risoluzione

Sebbene in telefilm come CSI sembri quasi un gioco da ragazzi catturare un’immagine dall’iride di una persona per acciuffare il colpevole, nella realtà è qualcosa di impossibile. Quando un’immagine è di scarsa qualità al punto tale che non si riesce a riconoscere il soggetto, c’è ben poco da fare.

Il colosso di Mountain View, però, ci sta provando grazie a una nuova tecnologia che ha dell’incredibile. La ricerca Google Brain potrebbe, infatti, aver trovato il ” Santo Graal” nel settore della fotografia perché grazie allo zampino di un paio di reti neurali è riuscita, partendo da un’immagine 8 pixel per 8 pixel, quindi da un contenuto di bassissima qualità, a generare un’approssimazione dell’originale. Sia ben chiaro, non stiamo parlando di risultati “reali”. I volti generati non sono quelli della persona iniziale, ma piuttosto una creazione immaginaria che rappresenta l’ipotesi migliore elaborata dal software che si avvicina di più all’originale.

Come funziona la tecnologia Google

Il software sviluppato da Google Brain utilizza due diverse reti neurali per generare le immagini. La prima è una “rete di condizionamento” che mappa i pixel dell’immagine a bassa risoluzione in una simile ad alta risoluzione che viene usata come uno scheletro approssimativo del viso o di una stanza. La seconda è una “rete prioritaria ” che analizza l’immagine “pixellata” e cerca di aggiungere dettagli sulla base di immagini esistenti con pixel in posizioni simili. I due risultati vengono poi uniti per creare l’immagine finale che risulta davvero molto realistica.

La tecnologia Google Brain riesce a trasformare un'immagine a bassa risoluzione in una di qualità decisamente miglioreFonte foto: Google
La tecnologia Google Brain riesce a trasformare un’immagine a bassa risoluzione in una di qualità decisamente migliore

Merito dell’intelligenza artificiale

Non è la prima volta che vediamo l’intelligenza artificiale manipolare le immagini in questo modo. Le reti neurali sono sempre più avanzate quando si tratta di generare immagini. È un procedimento, per esempio,  che sia Google che Twitter stanno affinando per migliorare i video e le immagini online rispettivamente tramite i progetti RAISR e Magic Pony. E chi lo sa? Al ritmo con cui questa tecnologia avanza, forse un giorno saremo davvero in grado di ingrandire e migliorare immagini come fanno i professionisti forensi di CSI.

Ti raccomandiamo