smartphone-a-fuoco Fonte foto: Shutterstock
APPLE

IPhone in carica vicino al letto, uomo resta quasi folgorato

Un 32enne dell’Alabama, negli Stati Uniti, è stato folgorato dal caricabatteria del proprio iPhone. Vivo per miracolo: la scossa elettrica era di 110 volt

3 Marzo 2017 - Abbiamo già parlato dei pericoli di dormire con lo smartphone sotto il cuscino o vicino alla propria testa. A confermare questa cattiva abitudine c’è la recente storia di Wiley Day, 32enne dell’Alabama. L’uomo si è addormentato con il suo iPhone, in carica, sotto il cuscino, ed è rimasto quasi folgorato dal dispositivo.

Wiley dormiva con una catena metallica, in quelle stile marine che vanno molto di moda negli Stati Uniti. Come si è alzato dal letto la collana ha toccato il caricatore dell’iPhone e ha fatto da conduttore. L’uomo è stato dunque colpito da una forte scarica elettrica direttamente al collo. Dopo la scossa l’uomo è rimasto a terra per diverso tempo senza avere la possibilità di reagire o chiamare aiuto. Day ha raccontato nei dettagli ai media statunitensi quegli attimi di paura, mentre sentiva il battito del cuore nel suo orecchio a forza inaudita e la sua vista si annebbiava lentamente. Per fortuna l’accaduto ha svegliato la nipote che ha subito soccorso l’uomo.

Vivo per miracolo

La ragazza ha staccato il caricatore fumante dalla presa e ha liberato lo zio della collana. L’uomo una volta ripresosi ha realizzato di aver subito una tremenda scossa direttamente dal caricatore del suo iPhone. L’uomo ha subito delle ustioni di secondo e terzo grado sul collo, nei punti dove la collana ha toccato la carne, così come nei palmi delle mani quando ha cercato durante la scossa di liberarsi dalla collana. Day è stato subito ricoverato e i medici hanno dichiarato che è vivo per miracolo dato che è stato colpito da una scarica elettrica superiore ai 110 volt. Per uccidere un uomo può bastare una scarica da 100 volt.

Attenzione in casa

Negli soli Stati Uniti ci sono circa 400 morti e 4mila feriti ogni anno per scosse elettriche prese sul posto di lavoro o a casa a causa dei vari dispositivi elettronici. I vecchi cavi degli elettrodomestici e dei primi telefoni tendono a surriscaldarsi parecchio così come alcune batterie degli smartphone. Può sembrare una semplice paranoia eppure negli Stati Uniti nel solo 2016 questi dispositivi hanno causato 5mila incendi domestici che hanno portato a 50 morti e 300 feriti. Bisogna prestare particolare attenzione a cavi e vecchie prolunghe. Se sentiamo della puzza di bruciato o un forte calore stacchiamo immediatamente la spina. Inoltre evitiamo di usare gli smartphone mentre sono in carica e di metterli sotto il nostro cuscino mentre dormiamo.

Ti raccomandiamo