iphone-rottura Fonte foto: Freetagger | Tixabay
APPLE

IPhone rotto? Le disavventure più curiose del 2016

Danneggiare l’iPhone è una delle paure più diffuse tra i proprietari dello smartphone Apple. Ecco i casi più bizzarri riferiti dai centri Clinica iPhone

30 Aprile 2017 - L’iPhone, anche facendo la massima attenzione e prendendo le migliori precauzioni, può rompersi. Succede. Ma quando il danno è causato in circostanze, a dir poco bizzarre o imprevedibili, può scappare un sorriso. Ovviamente non al proprietario dell’amato bene tecnologico.

Il database dei centri Clinica iPhone – franchising che come suggerisce il nome si occupa della riparazione dei cellulari – è pieno di situazioni al limite dell’incredibile. I tecnici hanno deciso di stilare una classifica delle disavventure successe agli iPhone nel corso dello scorso anno. Le “rotture improbabili”, quelle che quando le ascolti ti scappa un “che jella”, rappresentano solo l’1% del totale. C’è il caso del bambino che azzanna l’iPhone, quella malaugurata fessura tra il pianerottolo e l’ascensore, la beccata di un pappagallo curioso e dispettoso, il melafonino che cade e si rompe nella bara mentre veniva scattata l’ultima foto a un defunto.

Rottura schermo iPhone

Nel 2016 – secondo i centri Clinica iPhone – si sono verificate 83.674 rotture dello schermo degli smartphone di Apple e, nel 70% dei casi, la causa è dovuta a incuria, disattenzione, distrazione del proprietario, mentre la “sfortuna” è protagonista nel restante 30% delle situazioni. Ed è proprio nelle rotture dovute al “destino” che si trovano gli episodi più curiosi. Come il 10% di iPhone che vola giù dal balcone, oppure il 4% che precipita nella tromba delle scale o, facendo la stessa fine, finisce con una precisione millimetrica in quella maledetta fessura tra il pianerottolo e l’ascensore. Cerchi le chiavi, o l’antifurto, o ti squilla il telefono e l’iPhone schizza fuori dalla borsa e la sfortuna fa il resto.

iPhone schiacciato

Aspettate, aspettate e aspettate quell’autobus che non passa mai, poi quando arriva, riduce l’iPhone in una sottiletta. È la fine che fa – secondo la Clinica – il 7% degli smartphone di Apple: schiacciato sotto le ruote. C’è poi chi, nonostante il divieto, continua a usare il cellulare in macchina. Vuoi che la morte di qualche iPhone, più di qualche perché si tratta dell’8%, non sia causata dalla chiusura degli sportelli dell’auto? Fine per stritolamento.

iPhone in acqua

Lo sapevate, infine, che sono stati 1.243 i dispositivi danneggiati da liquidi lo scorso anno? Il 70% finisce regolarmente nei wc, mentre il 20% rischia la vita a seguito di un innaffiamento abbondante di vino, spumante o birra. Poteva mancare un bel lavaggio in lavatrice (3%)? Certo che no. Oppure un bel tuffo in piscina o nel mare (il 7%)? Neanche per sogno.

Ti raccomandiamo