hacker Fonte foto: Pixabay
SICUREZZA INFORMATICA

Hacker più temuti dei terroristi e in pochi sanno come difendersi

Una ricerca Sophos e Radware ha mostrato come le persone temano più un attacco hacker di uno terroristico. Sul tema, però, c’è poca conoscenza

Qual è il problema più grande relativo alla sicurezza informatica? D’istinto potremmo pensare la continua evoluzione degli attacchi hacker. Ragionandoci qualcuno potrebbe azzardare l’utilizzo di connessioni non sicure. In realtà il problema principale è legato alla poca esperienza degli utenti sul tema della sicurezza informatica.

Recentemente uno studio condotto da UK Sophos e un sondaggio portato avanti da Radware, due aziende specializzate in sicurezza informatica, ha dimostrato come la maggior parte degli utenti è preoccupata dal fenomeno legato ai cyber criminali, ma solo una piccola parte di loro cerca di mettere in sicurezza i propri dispositivi. Un problema presente anche nelle piccole e media aziende, che non hanno fondi a sufficienza per proteggersi dagli attacchi dei cyber criminali. Uno studio IBM ha inoltre messo in luce come pochi utenti conoscano i rischi legati ad attacchi ransomware.

La preoccupazione crescente sul cybercrime

Mani che digitano sulla tastieraFonte foto: Shutterstock
Clicca sull’immagine per accedere alla gallery con 5 consigli su come difendersi dagli hacker

Dalle due ricerche è emersa una crescente preoccupazione sul fenomeno degli attacchi hacker. Per Sophos il 63% degli utenti intervistati ha paura di perdere soldi durante un acquisto in Rete. Il 61% teme di avere il computer sotto controllo. Fa riflettere sull’argomento il fatto che solo il 56% nello stesso sondaggio ha dichiarato di temere un attacco terroristico e il 52% di subire un furto. L’altra faccia della medaglia però è la scarsa informazione sull’argomento. Nello stesso sondaggio quasi nessuno era a conoscenza dei rischi legati alle e-mail phishing e solo il 30% conosceva un attacco ransomware. Anche se quest’ultimo è il principale attacco hacker del momento.

I risultati del sondaggio Radware

Radware ha avuto un approccio diverso, ha posto due domande a risposta multipla su due differenti temi. Il primo riguardava la sicurezza della Rete domestica. Per il 69% degli intervistati sono i produttori i primi responsabili per la sicurezza della connessione di casa. Il 55% ha indicato i fornitori del servizio Internet come responsabili e solo il 43% ritiene sé stesso come primo responsabile della sicurezza della Rete domestica. La seconda domanda riguardava gli attacchi ransomware. La domanda era semplice: siete disposti a pagare per riavere indietro il vostro dispositivo? Le risposte sono state molto varie. I più giovani si sono dichiarati disposti a pagare mentre la fascia di utenti di età più grande non sbloccherebbe il computer pagando un riscatto. L’unico punto che ha messo d’accordo quasi tutti è il riavere indietro i dati del proprio conto bancario. Dalle indagini sul fenomeno però risulta che più del 40% delle vittime ransomware alla fine paga il riscatto. E le cifre variano dai 200 ai 10mila dollari.

Cosa fare per migliorare la sicurezza dei propri dati

Antivirus PC e attacchi hackerFonte foto: Shutterstock
Clicca sull’immagine e scopri come difendere i tuoi dispositivi informatici da virus e attacchi hacker

Non c’è bisogno però di pagare il riscatto, o di avere a portata di mano dei bitcoin (metodo solito per i pagamenti di questi attacchi) per difendersi dai ransomware o da altri attacchi hacker. Il consiglio è quello di eseguire spesso il backup dei propri dati in modo da ritrovarli anche qualora il dispositivo venisse bloccato. In secondo luogo aggiornare sempre i sistemi di sicurezza e il sistema operativo del PC. Inoltre prestare molta attenzione alle e-mail sospette, così come agli allegati, e informare di questo anche gli altri componenti della casa.

Come difendersi dagli hacker

Cliccando sui link che seguono, invece, potrete scoprire altri suggerimenti, alcuni più tecnici altri più alla portata di tutti, riguardanti la sicurezza informatica e scoprire le tipologie di attacchi più comuni: dagli attacchi DDoS al phishing, passando per le botnet.

Ti raccomandiamo