windows 10 Fonte foto: tanuha2001 / Shutterstock.com
TECH NEWS

Windows 10, che cosa è la nuova funzione Microsoft Search

Microsoft Search è una nuova funzione in arrivo entro la fine del 2020: aiuterà gli utenti a trovare più facilmente documenti e risorse sul web

Il lavoro di Microsoft sul suo sistema operativo non si concentra solamente sulla risoluzione dei bug creati dai nuovi aggiornamenti, ma anche sul miglioramento di funzioni esistenti e sulla creazione di nuovi strumenti. Microsoft Search rientra in quest’ultima categoria: si tratta di una funzione annunciato nel 2018 e che probabilmente vedrà la luce entro la fine dell’anno. Ad annunciarlo è la stessa azienda di Redmond: in un primo momento doveva arrivare lo scorso anno con l’aggiornamento a Windows 10 1903 (maggio 2019), ma alla fine è stata rimandata a data da destinarsi.

Ora Microsoft ha aggiornato il calendario fissando una nuova data per il rilascio ufficiale: settembre 2020. Ma molto probabilmente Microsoft Search arriverà con Windows 2H20, il secondo core update dell’anno previsto per il mese di novembre. A cosa serve Microsoft Search? E come funziona? Si tratta di un nuovo strumento che permette di effettuare la ricerca di un documento sia in locale sia sul web. Pensato soprattutto per le aziende, dovrebbe essere incluso all’interno di Microsoft 365 e facilitare la vita dei dipendenti.

Che cosa è e come funziona Microsoft Search

Per chi utilizza una delle tante app di Microsoft, dovrebbe già avere una certa familiarità con la nuova funzione Search. Infatti è già presente su OneDrive, SharePoint e Outloo, ma ancora manca il grande salto: il rilascio su Windows 10. Che come abbiamo detto dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno.

Microsoft Search si pone grandi obiettivi: cambiare la funzione “Ricerca” presente al momento sul sistema operativo. Lo strumento ha potenzialità tutte da scoprire: permette di utilizzare contemporaneamente sia la ricerca in locale (sul PC) sia quella online. È facile intuire che la funzione è rivolta soprattutto a un pubblico aziendale: grazie ai dati di tutti i computer collegati in locale, Microsoft Search riesce in pochissimi secondi a offrire una risposta dettagliata a qualsiasi tipo di ricerca, mostrando documenti interni, risorse presenti sul web e qualsiasi tipo di file utile per aiutare l’utente.

Quando arriva Microsoft Search

Nella roadmap pubblicata dall’azienda di Redmond, la nuova funzione dovrebbe arrivare entro il mese di settembre, ma molto probabilmente verrà accorpata nel secondo core update atteso per novembre 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963