spotify smartphone Fonte foto: r.classen / Shutterstock.com
TECH NEWS

Spotify, arrivano i podcast video: che cosa sono

Su Sportify arrivano i podcast video sia per gli utenti Free che per quelli Premium: ecco cosa sono

Spotify ha annunciato l’arrivo dei podcast video sulla sua piattaforma per ascoltare la musica in streaming. Il servizio è disponibile sia per gli utenti Free che per quelli Premium, che così potranno vedere oltre ad ascoltare i loro show preferiti sia via browser che attraverso l’app dedicata.

Con l’introduzione dei podcast video, Spotify amplia l’offerta per i suoi utenti che potranno così accedere non solo agli audio dei loro show preferiti, ma anche alla versione con annesso video. Una funzionalità aggiuntiva che sembra voler sfidare apertamente YouTube, dato che molti dei podcaster che già pubblicano sulla piattaforma per i contenuti video di Google sarebbero pronti a diffondere i loro video anche sul sito di musica in streaming. Al momento sono disponibili soprattutto video in lingua inglese, ma non è escluso che a breve la novità potrebbe espandersi anche ai podcaster italiani.

Podcast video su Spotify, cosa sono?

I podcast nascono come un diario personale tenuto sui primi iPod di Apple ed erano una registrazione vocale, da riascoltare a piacimento, di un qualche argomento a noi caro. Negli anni la rapida evoluzione della tecnologia ha portato i podcast a diventare file audio da ascoltare non più solo su iPod o dispositivi Apple, ma registrazioni a cui accedere da computer o smartphone, sia in streaming dal web che scaricandoli come file audio. L’ulteriore evoluzione arriva coi podcast video, dove alla registrazione viene affiancato anche il contenuto visivo del video. Questi diari digitali sono così entrati nella nostra quotidianità, da ascoltare mentre passeggiamo o da vedere in streaming ora anche su Spotify.

Spotify lancia i podcast video

Non solo ascoltare, ma anche contenuti da vedere. Spotify ha annunciato il 21 luglio l’introduzione dei podcast video nella sua ricca e ampia Libreria di contenuti in streaming. La novità interessa non solo gli utenti dell’abbonamento Premium, ma anche tutti coloro che utilizzano una versione gratuita. I podcast video possono essere guardati sia dall’app desktop di Spotify, che dall’app per smartphone o dalla versione browser.

Al momento, il video parte in automatico all’avvio del podcast e se si esce dall’app o si blocca il dispositivo, mentre l’audio continua a essere riprodotto. Tra i primi a pubblicare i propri podcast video su Spotify troviamo Book of Basketball 2.0, Fantasy Footballers, The Misfits Podcast, H3 Podcast, The Morning Toast, Higher Learning with Van Lathan & Rachel Lindsay e The Rooster Teeth Podcast.

I primi rumors dell’arrivo dei podcast video su Spotify risalgono a maggio, quando la società ha siglato un accordo con l’autore del podcast The Joe Rogan Experience, che è già in versione video su YouTube. Rogan ha siglato l’accordo con la piattaforma di streaming, dove inizierà a pubblicare i suoi podcast video. D’altronde per gli autori di podcast questa rappresenta una ghiotta occasione: quella di avere una seconda piattaforma dove condividere i loro contenuti e quindi un pubblico più ampio, mentre Spotify amplia la sua offerta per gli utenti in modo innovativo e al passo con le loro esigenze.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963