windows 10 ultima versione Fonte foto: Microsoft
TECH NEWS

Come sarà la nuova versione di Windows 10

Microsoft è già al lavoro sulle novità che verranno introdotte nelle prossime versioni di Windows 10, la 21H1 e la 21H2.

La nuova versione di Windows 10 è in fase di test e già si vedono le prime novità che potrebbero fare capolino nella prossima release del sistema operativo di casa Microsoft. Con il rilascio della build 21286 arrivano alcune interessanti feature, potenzialmente disponibili già nell’aggiornamento del prossimo autunno.

Come di consueto, ogni release che ricalca la natura di quella a disposizione per il download già da delle ultime ore della giornata di ieri, contiene al proprio interno alcune funzionalità ancora in fase di test. Per entrare ufficialmente a far parte di uno dei prossimi pacchetti, potenzialmente anche quello che dovrebbe arrivare durante il corso del prossimo autunno ovvero Windows 10 21H2, è necessario che superino l’attento esame degli utilizzatori, al fine di integrarsi perfettamente con gli elementi già presenti nel sistema operativo, senza portare con sé eventuali bug o problematiche di varia natura.

Windows 10, quali sono le novità in arrivo

Tra le novità in arrivo che potrebbero fare parte della prossima release c’è la funzionalità attualmente denominata "News and Interests", ovvero "Notizie e Interessi", che potrebbe diventare la risposta di Microsoft a Google Discover. A questa, si aggiungono interessanti integrazioni che vanno a influire sull’usabilità migliorata di altre funzioni già presenti sul sistema operativo.

Windows 10, in cosa consiste "News and Interests"

La feature "News and Interests" integra in un unico feed in formato widget le ultime notizie, le previsioni del tempo e altre informazioni completamente personalizzabili. Accessibile direttamente dalla taskbar, questa funzionalità può essere disattivata in ogni momento, in modo da poter risparmiare spazio o semplicemente se si preferisce uno spazio di lavoro il più pulito possibile.

La struttura ricalca quella presente nell’applicazione Launcher e nelle pagine del motore di ricerca Bing. Il tutto va a uniformarsi con la decisione di Microsoft di consentire all’utente di creare un ambiente di lavoro personalizzato, con informazioni a portata di mano direttamente dalla propria taskbar senza dover necessariamente installare ulteriori applicazioni o spostare lo sguardo su altre finestre.

Attualmente, la funzionalità è disponibile per gli utenti di Windows che fanno parte del programma di test negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Australia e India. Per usufruirne, è necessario aver installato Microsoft Edge, il browser di Redmond basato su Chromium. Secondo quanto dichiarato da Microsoft, non vi sarebbe un’unica versione in fase di test ma diverse, in modo da poter effettuare più test su diverse user experience.

Windows 10, gestione migliorata dello spazio di archiviazione

Una delle altre caratteristiche di questa build 21286 è la possibilità di creare e gestire gli spazi di archiviazione direttamente dall’applicazione Impostazioni. Tra le nuove possibilità, vi è quella di creare pool e spazi, aggiungere e rimuovere dischi ed effettuare l’ottimizzazione dei pool di archiviazione. Vista la particolarità della natura della funzionalità, Microsoft ha scelto di lanciare i test includendo solamente una ristretta cerchia di sviluppatori, in modo da poter effettuare un miglior controllo mirato di eventuali bug.

Windows 10, le altre novità

Altra feature di rilievo è quella di poter eseguire i comandi di Linux all’avvio su un WSL, ovvero Windows Subsystem per Linux. Non mancano poi alcuni miglioramenti a funzionalità preesistenti, come le notifiche in caso di rilevamento di cambio zona e relativa impostazione dell’ora locale, e un aggiornamento dell’utilità DiskUsage, ovvero Gestione Disco, che consente di tenere traccia dei file e delle cartelle che occupano un maggiore spazio sul disco.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963