industrail-internet-of-things Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

Industria 4.0, le differenze tra IIoT e IoT

Quando si parla d'Industria 4.0 è facile sentir parlare di Internet of Things e Industrial Internet of Things, seppur simili le due tecnologie non sono sinonimi

Internet of Things è una delle parole che sentiamo di più quando si parla di Industria 4.0. L’utilizzo di questi oggetti intelligenti sta permettendo una vera e propria rivoluzione all’interno delle aziende che ora sono sempre connesse e sfruttano i dati per ottimizzare i loro processi produttivi.

Un termine meno comune ma comunque molto diffuso all’interno del contesto dell’Industria 4.0 è invece Industrial Internet of Things. Si tratta della stessa tecnologia? La risposta è no. Un oggetto IIoT è in realtà un dispositivo IoT di recente sviluppo pensato esclusivamente per la sua applicazione all’interno della quarta rivoluzione industriale. Lo scopo degli oggetti IIoT è quello di ottimizzare i processi produttivi attraverso la connessione tra i macchinari, realizzare dei dati utili per un centro di analisi, avere un controllo preventivo sullo stato di salute delle macchine in uso e controllare i tempi della produzione industriale.

Un’impresa che investe sulle nuove tecnologie può usare entrambi, sia IoT che IIoT. Ma le due tecnologie non sono sinonimi. Industrial Internet of Things è un’evoluzione dell’IoT che permette a un dispositivo intelligente di avere più connessioni contemporaneamente e di lavorare con una maggiore quantità di dati.

Caratteristiche principali di IIoT

Rispetto agli oggetti IoT i dispositivi IIoT sono più resistenti, perché devono operare in condizioni estreme. Ad esempio, devono resistere a temperature elevate, alla corrosione e all’immersione in acqua. Gli oggetti IIoT inoltre sono quasi sempre applicati a gru, sonde e altri grandi macchinari. È difficile per l’operaio raggiungere e sostituire questi dispositivi e per questo sono creati con una batteria a lunga durata. Come detto, gli oggetti Industrial Internet of Things possono lavorare con una quantità di dati maggiore. Questo poiché in un sistema IIoT ben strutturato un dispositivo non fa altro che analizzare i dati in arrivo per prepararli e inviarli a un centro di elaborazione. In più gli oggetti IIoT, grazie ad apposite app per la gestione, sono molto personalizzabili per una PMI che li compra. Infine a livello di sicurezza informatica hanno degli standard molto più solidi rispetto ai dispositivi IoT.

Contenuti sponsorizzati