Libero
Sappiamo cos'è lo strano oggetto luminoso avvistato su Marte Fonte foto: NASA
SCIENZA

Sappiamo cos'è lo strano oggetto luminoso avvistato su Marte

Il rover Perseverance della NASA ha avvistato un oggetto di forma irregolare incastrato tra le rocce mentre stava esplorando Marte

Le foto che i rover della NASA ci rimandano da Marte sono molto belle, ma spesso incomprensibili se non ci vengono spiegate da qualche esperto. Vediamo quello che ai nostri occhi potrebbe essere un deserto dello Utah, ma che in realtà è un gigantesco cratere che non riusciamo nemmeno a immaginare. A volte arriviamo anche a credere che siano prove di una qualche civiltà aliena, anche se dietro ci sono spiegazioni molto più semplici e razionali.

Una delle ultime fotografie di Perseverance era ancora più strana: c’era questo strano oggetto sul Pianeta Rosso, di forma irregolare, vagamente rettangolare e luminoso. Tutti si sono chiesti che cosa fosse, e ora sappiamo di cosa si tratta.

Uno strano oggetto su Marte

Abbiamo riempito di spazzatura le nostre discariche e i terreni su cui sono costruite le città. Poi abbiamo invaso i mari e gli oceani, e addirittura le calotte glaciali di Artide e Antartide. Ma ora c’è un nuovo record: abbiamo lasciato dei rifiuti anche nello spazio. Su Marte, in particolare.

Il rover della NASA Perseverance ha scattato una foto di quello che sembra essere un pezzo di carta stagnola incastrato tra le rocce marziane. Il mondo scientifico si è interrogato su cosa fosse, e poi ha trovato una risposta: il nostro fido alleato su quattro ruote su Marte ha ritrovato un pezzo di materiale che aveva lasciato cadere l’anno scorso quando era atterrato. È un frammento di pellicola lucida che faceva parte di una coperta termica, un materiale usato per controllare le temperature.

La "passeggiata" della spazzatura

Non è la prima volta che vengono individuati o trovati resti degli "ammartaggi", le discese su Marte. Ingenuity, che è l’elicottero che accompagna proprio Perseverance, l’anno scorso aveva individuato il relitto del carrello di atterraggio che ha portato lui e il rover in sicurezza su Marte, insieme al paracadute. E poi ci sono i resti di tutte le missioni fallite, in cui gli strumenti sono precipitati sul Pianeta Rosso o si sono distrutti in momenti successivi, come quelli della NASA del 1998 e 1999. È quello che succederà anche a Insight, uno dei fratelli di Perseverance, e che negli anni è successo a tanti altri rover che hanno finito il loro lavoro. Sulla Luna, invece, abbiamo abbandonato oggetti di uso quotidiano come stivali o strumenti di misurazione.

La cosa strana di questo ultimo ritrovamento di spazzatura su Marte è la sua localizzazione, come spiega anche l’account twitter di Perseverance. Si trova infatti a circa 2 chilometri di distanza circa rispetto al punto di atterraggio del rover il 18 febbraio 2021. È stato lo stesso pezzo di alluminio ad atterrare lì quando Perseverance si è staccato dallo Skycrane, o è stato spostato dal debole vento di Marte? Questa è una domanda su cui i ricercatori stanno ancora lavorando.

Intanto il rover continua il suo viaggio, che è partito dal cratere Jezero dove è atterrato, alla ricerca di prove di una vita passata su Marte. Dal Pianeta Rosso, Perseverance ha rimandato foto e informazioni davvero importanti, che sono state fondamentali per determinare quello che sappiamo del nostro vicino. Grazie a lui abbiamo scoperto che suono fa Marte e che clima c’è sul pianeta, ma ne sappiamo anche di più sulla composizione chimica delle sue rocce.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963