Libero
amazon drive Fonte foto: dennizn / Shutterstock
TECH NEWS

Amazon toglie un servizio agli abbonati

Dopo i rincari subiti, gli abbonati del servizio Amazon Prime dovranno rinunciare ad uno dei servizi che hanno finora fatto parte dell’offerta

Amazon Prime è indubbiamente una delle offerte più complete e convenienti, capace di offrire agli abbonati svariati servizi, dalle consegne gratuite sugli acquisti gestiti direttamente da Amazon ad Amazon Prime Video, piattaforma di streaming video che mette a disposizione degli abbonati film, serie tv e documentari.

Nonostante il recente avviso relativo ad un rincaro del canone di abbonamento, l’offerta continua a rimanere competitiva dal punto di vista economico ma, purtroppo, gli abbonati dovranno presto rinunciare ad uno dei servizi che finora ha composto l’offerta. Oltre al discorso legato alle consegne e ad Amazon Prime Video di cui abbiamo già parlato, all’interno dell’abbonamento sono inclusi infatti anche una versione premium di Amazon Music, Amazon Photos, alternativa targata Amazon a Google Foto, e Amazon Drive, alternativa targata Amazon a Google Drive. Quest’ultimo servizio è quello che ha avuto meno successo ed è destinato a chiudere, perché nessuno lo conosce e nessuno lo usa.

Amazon Drive chiude a dicembre 2023

Gli sprechi non piacciono alle grandi aziende e Amazon non fa eccezione. Amazon Drive è il servizio che ha avuto meno successo tra quelli proposti dal colosso dell’e-commerce e, di conseguenza, Jeff Bezos e soci hanno annunciato ufficialmente che verrà chiuso il 31 dicembre 2023, data in cui verranno spenti i server.

Dietro la decisione, comunicata attraverso una nota ufficiale della stessa Amazon, c’è la volontà di spostare tutti gli sforzi verso un maggiore sviluppo di Amazon Photos, vista dal colosso dell’e-commerce come un’opportunità per potere consentire agli utenti che sfruttano il servizio, dedicato al salvataggio in cloud di foto e video, di potere archiviare al meglio le proprie foto e i propri video.

Che succede a chi usa Amazon Drive

La notizia, che non farà di certo piacere a coloro che utilizzano Amazon Drive come piattaforma per il salvataggio dei propri file in cloud, lascia intendere che questi utenti avranno oltre un anno di tempo per correre ai ripari e cercare una valida alternativa per archiviare i propri file in cloud.

Tuttavia, in Amazon non hanno previsto un metodo automatizzato per trasferire i propri file, al netto di foto e video che vengono trasferiti in maniera automatica ad Amazon Photos.

Tutte le app e gli strumenti relativi ad Amazon Drive rimarranno comunque attivi fino alla data di scadenza che, come detto in precedenza, è fissata per il 31 dicembre 2023.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963