Libero
Cosa succede nel cielo di gennaio e cosa aspettarci nel 2022 Fonte foto: 123rf
SCIENZA

Tra pianeti e stelle, cosa succede nel cielo di gennaio e cosa aspettarci nel 2022

Spettacolo di Sole e Luna con 4 eclissi. Una pioggia di stelle cadenti inaugura l’inizio dell’anno, mentre Venere e Marte vengono a dare il buongiorno.

Il mese di gennaio regala alcuni appuntamenti da non perdere, ma l’intero anno 2022 è pieno di fenomeni nel cielo che vale la pena osservare. Tra piogge di stelle cadenti, avvistamenti di pianeti e transiti luminosi nello Spazio, gli eventi assolutamente da segnare in calendario sono le 4 eclissi che nel corso dell’anno faranno dare spettacolo al Sole e alla Luna. Intanto, nella notte tra il 3 e 4 gennaio entra in scena lo sciame delle Quadrantidi, poi seguito da Mercurio e da alcune costellazioni invernali.

Quando guardare il cielo a gennaio

Le Quadrantidi sono le stelle cadenti d’inverno e il loro picco è atteso alcune ore prima della mezzanotte del 3 gennaio. Solitamente sfrecciano nel cielo al ritmo di oltre 50 meteore l’ora per quasi dieci ore. Con la complicità dell’assenza della Luna, lo spettacolo è assicurato per tutta la notte. Alle 7.00 del mattino del 4 gennaio, invece, la Terra raggiungerà il punto della sua orbita più vicino al Sole, alla distanza di 147.104.813 chilometri dalla nostra stella.

Il 7 gennaio torna a farsi vedere Mercurio che farà capolino poco dopo il tramonto per almeno un’ora e mezza. Il 9 gennaio Venere si nasconde perché in congiunzione con il Sole, mentre a fine mese sarà Saturno a essere inosservabile. All’inizio del mese Giove può essere visto la sera, ma alle prime luci dell’alba sono Venere e Marte a darci il buongiorno mostrandosi sull’orizzonte orientale.

Gennaio vede il dominio nel cielo delle costellazioni invernali, come Orione, Toro, Gemelli e Auriga. Per quanto riguarda le congiunzioni, la più suggestiva è attesa all’alba del 29 gennaio, con l’allineamento di Luna, Marte e Venere. Nella seconda metà del mese, infine, si potranno seguire alcuni transiti luminosi della Stazione Spaziale Internazionale (Iss) sull’Italia.

Le 4 eclissi di Sole e Luna del 2022

La Luna e il Sole, nel corso del 2022, offrono quattro spettacolari eclissi, di cui due visibili anche dall’Italia. Il 30 aprile ci sarà la prima eclissi parziale di Sole, visibile dalla parte più meridionale del Sud America e dal Pacifico sudorientale. Il 16 maggio sarà il turno dell’eclissi totale di Luna. L’astrofisico Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project, segnala che sarà osservabile dall’Italia solo in parte all’alba. Per le ultime due eclissi si dovrà poi attendere l’autunno con il Sole che si nasconderà parzialmente il 25 ottobre e il fenomeno sarà visibile dall’Italia, mentre la Luna si coprirà totalmente l’8 novembre, ma l’evento sarà invisibile dal nostro Paese.

Intanto, per quanto riguarda Venere, ci sono tre missioni pronte a esplorare il pianeta e a svelarne tutti i segreti: la prima si chiama Rocket Lab Mission e dovrebbe partire nel 2023; la seconda sarà nel 2026 e prende il nome di Venus Habitability Mission, per capire davvero cosa c’è nell’atmosfera venusiana; l’ultima nel 2029 è l’Atmosphere Sample Return Mission che cercherà di portare in laboratorio, sulla Terra, campioni dell’atmosfera di Venere. Mentre la Nasa ha invece fatto slittare la missione sulla Luna al 2025, il rover cinese Yutu-2 ha individuato uno strano oggetto a forma di cubo sulla superficie lunare che non è ancora stato identificato e gli scienziati stanno studiando per capire di cosa si tratti.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963