automazione-intelligenza-artificiale Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

Le differenze tra automazione e intelligenza artificiale

Quando parliamo di Industria 4.0 spesso i termini intelligenza artificiale e automazione vengono utilizzati come sinonimi, ma sono due tecnologie ben diverse

6 Ottobre 2017 - Quando parliamo di Industria 4.0 spesso i termini intelligenza artificiale e automazione vengono utilizzati come se fossero sinonimi. Queste due parole però identificano due tecnologie ben distinte tra di loro. Due tecnologie che hanno dei punti in comune ma anche molte differenze.

Partiamo dalle loro definizioni. L’automazione è in sostanza un software che segue delle regole pre-programmate. L’intelligenza artificiale, invece, è progettata per simulare il pensiero umano. Entrambe queste tecnologie vengono utilizzate all’interno delle imprese che stanno investendo nell’Industria 4.0. Ed entrambe possono agire negli stessi contesti lavorativi. Tant’è che intelligenza artificiale e automazione possono lavorare anche insieme. Esistono dei macchinari automatizzati che possono essere basati sull’intelligenza artificiale. Ma andiamo con ordine per evitare di creare ulteriore confusione.

Automazione

Al giorno d’oggi i sistemi automatizzati sono praticamente ovunque. Non solo nelle grandi industrie ma anche nelle case. Sistemi autonomi vengono usati per inviare email marketing tutte uguali oppure personalizzate in base al cliente che le riceverà. E un sistema automatizzato è quello che ci permette di accendere il riscaldamento di casa quando usciamo dall’ufficio utilizzando semplicemente l’app sullo smartphone. A spiegarla in maniera semplice, l’automazione ha un unico scopo: permettere alle macchine di eseguire compiti ripetitivi e monotoni. E l’obiettivo è quello di semplificare l’esperienza dell’utente finale.

Intelligenza artificiale

L’IA è progettata per lavori più complessi. In teoria una macchina intelligente alimentata con un’intelligenza artificiale non saprà fare solo lavori ripetitivi e definiti, ma proprio come il cervello umano risponderà ad eventi imprevisti. Proprio come gli esseri umani l’intelligenza artificiale crea dei modelli e delle categorie per organizzare il mondo circostante e per compiere azioni conosciute. E come gli uomini l’intelligenza artificiale cresce e migliora con l’esperienza.

Quando l’automazione e l’IA si incontrano nascono dei macchinari molto intelligenti in grado di svolgere operazioni banali così come di gestire processi produttivi molto complessi e su più livelli.

Contenuti sponsorizzati