Libero
anchester united attacco hacker Fonte foto: Akram Rahim / Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Attacco hacker contro il Manchester United: cosa è successo

Gli hacker non tifano e se la prendono anche con le società calcistiche: dopo l'attacco contro il Liverpool del 2018 ora è toccato al Manchester Utd

Nuovo attacco hacker ai danni del mondo dello sport: stavolta, a finire nella morsa dei malviventi informatici è stato il Manchester United. È accaduto nella tarda giornata di venerdì, quando l’operato di alcuni cyber criminali ha tentato di colpire il sistema di gestione interno della squadra di calcio britannica.

Quanto è accaduto è l’ennesimo tentativo da parte di cyber criminali di mettere a segno dei colpi contro il mondo dello sport inglese. A poche ore di distanza dal tentativo di attacco hacker ai danni della compagine calcistica che attualmente milita nella Premier League, è infatti stata battuta un’ulteriore notizia relativa a quattro atlete britanniche, di cui non sono stati rivelati i nomi, che avrebbero subito una violazione dei propri smartphone. In questo caso, però, le foto e i video rubati sono finiti in rete, diventando di pubblico dominio nonostante si tratti di contenuti particolarmente intimi.

Attacco hacker contro il Manchester United, cosa è accaduto

Nonostante siano ancora in corso le indagini da parte degli esperti di sicurezza informatica, i portavoce della squadra hanno anticipato alla stampa alcune informazioni sull’accaduto. Secondo il club, alcuni addetti alla cyber security avrebbero rilevato un sofisticato attacco hacker, riuscendo però a intraprendere alcune operazioni in maniera rapida in modo da contenere eventuali danni.

Da un aggiornamento divulgato dal team, i malintenzionati non sarebbero però riusciti a raggiungere i dati personali o sensibili di tifosi e abbonati, registrati nei database della società calcistica. La conferma è arrivata in seconda battuta, dopo un’accurata verifica sui sistemi informatici. Grazie alla controffensiva rapida, gli hacker non avrebbero avuto il tempo né il modo di accedere alle informazioni dei fan presenti negli archivi del club, né a quelle degli acquirenti del negozio presente sul sito web ufficiale del Manchester United.

Attacco hacker, il calcio inglese nell’occhio del mirino

Il Manchester United è il secondo club calcistico inglese a rimanere vittima di un attacco hacker. Nel 2018 è stata infatti la volta di un altro storico club, il Liverpool FC, solo che in quell’occasione i cyber criminali riuscirono ad accedere al network interno, portando via una copia dei dati relativi ai fan della squadra depositati nei database interni.

Almeno un’altra compagine, della quale non è stato rivelato il nome, è rimasta invischiata nella rete del crimine informatico. Secondo quanto rivelato dal rapporto del Centro Nazionale di Cyber Security del Regno Unito, un attacco ransomware ai danni della squadra avrebbe tentato di bloccare i tornelli di accesso allo stadio in caso di mancato pagamento della cifra stabilita dai malviventi. Per fortuna, però, gli esperti sono stati in grado di arginare il problema in tempo utile, permettendo così l’accesso allo stadio da parte dei tifosi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963