Libero
BulbNet, la lampadina smart che recupera energia Fonte foto: 123RF
PMI E INDUSTRIA 4.0

BulbNet, la lampadina smart che recupera energia

PROMO

L’illuminazione tramite le lampadine cambia faccia: grazie alla tecnologia e agli accorgimenti green proposti con BulbNet si risparmia e si è indipendenti.

Il campo delle energie rinnovabili e delle innovazioni green si sta ampliando a macchia d’olio. Diverse sono ormai le soluzioni che ci permettono di produrre energia pulita, risparmiare in bolletta ed avere un impatto quasi pari a zero sull’ambiente.

Molto c’è ancora da fare per recuperare e immagazzinare energia, ma a colmare il vuoto ci pensa un’invenzione di ultima generazione che punta a rivoluzionare gli apparecchi ai quali noi siamo abituati rendendoli dei veri presidi green.

È quello che è riuscito a fare BulbNet, un apparecchio di illuminazione in grado di autoprodurre, immagazzinare e reimpiegare parte dell’energia recuperata virtuosamente dalle lampadine durante il normale ciclo di funzionamento.

Smart Energy Bulb: tanti vantaggi per diverse forme e soluzioni

Una lampada che produce energia, la accumula in batteria e la recupera senza consumare altra energia dalla rete. Un’utopia? Assolutamente no, si tratta di una lampadina indipendente che diventa realtà grazie a BulbNet, la rivoluzionaria invenzione di Green Business, la PMI tutta italiana che si dedica alla progettazione e realizzazione d’impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili. Scopo primario? Abbattere sempre i consumi energetici.

Con questo brevetto autonomo è possibile. Attraverso la sua normale funzione, BulbNet produce energia grazie ad uno strato fotovoltaico, la accumula in una batteria al litio che entra in azione appena è carica alimentando il sistema senza influire sull’energia elettrica. Un modo per valorizzare "luce" e "calore", recuperando energia grazie ad alcuni accorgimenti tecnici che vengono inseriti sulla lampadina senza stravolgere però forma e struttura della stessa.

BulbNet è dunque un prodotto che offre innumerevoli vantaggi nella vita di tutti i giorni. Partendo da un minor consumo elettrico, permette di recuperare energia rinnovabile e di essere autosufficienti nei momenti di black-out in quanto le lampadine innovative continuano a funzionare grazie all’energia immagazzinata.

Non solo funzionalità ma anche tecnologia ed estetica. Le nuove lampadine possono essere usate ovunque, sia in outdoor che indoor grazie ad un’ampia gamma di soluzioni e rivestimenti fotovoltaici, sono integrabili e adattabili ai sistemi di illuminazione domestici, commerciali e industriali e si connettono ai vari dispositivi come smartphone e wi-fi. Ad ognuno, poi, un design e un adattamento custom su misura con dettagli e accorgimenti estetici che vanno in parallelo con le qualità tecnologiche offerte.

BulbNet: efficienza ed integrazioni

Smart Energy Bulb è un brevetto tutelato con diritto di priorità UIBM e procedura di tutela internazionale PCT su 151 Paesi. Grazie a questo sistema e molti altri progetti, Green Business ha ricevuto diversi riconoscimenti di open innovation.

Il sistema BulbNet per autoalimentare le lampadine può essere integrato in vari modi. Il fotovoltaico può essere inserito sia all’interno che all’esterno dell’oggetto luminoso. Inoltre, si prevede anche l’integrazione di una cella seebeck riadattata per la struttura di dissipazione. Infine ci sono le batterie che si occupano di recuperare e immagazzinare l’energia di processo, oltre a quelle tampone che restituiscono ancora più autonomia per l’impiego outdoor.

BulbNet per migliorare la sua efficienza mira però a fare ancora di meglio. Ecco perché sta testando nuove integrazioni di PSC (Perovskite solar cell), per ambire a raggiungere il massimo traguardo di autoalimentazione energetica sia sull’illuminazione indoor che quella outdoor.

 

Libero Annunci

Libero Shopping

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963