Libero
Inquinamento: come i gas di scarico possono abbassare il nostro QI Fonte foto: 123RF
SCIENZA

Inquinamento: come i gas di scarico possono abbassare il nostro QI

Il piombo della benzina interrompe la trasmissione di segnali nervosi, soprattutto nei bambini: il nostro QI può subire conseguenze derivanti dai gas di scarico

I cambiamenti climatici hanno effetti devastanti non solo sull’ambiente, ma anche sugli animali e sull’uomo. Ed effetti devastanti li causa anche il fratello della crisi climatica, il suo aiutante e braccio destro: l’inquinamento.

Viviamo in un mondo molto più inquinato di quello del passato: ne sono state trovate tracce anche in Artide e in Antartide. Ma ora abbiamo la conferma: l’inquinamento da petrolio, benzina e gas di scarico ha un effetto anche sul cervello dell’uomo, abbassandone il QI.

Lo studio degli scienziati

Usando i dati di un sondaggio nazionale, il team di scienziati che si è occupato di questo studio ha analizzato i livelli di piombo circolanti nel corpo di oltre 11.600 bambini di età compresa tra 1 e 5 anni. Lo studio è stato fatto su campioni di sangue prelevati tra il 1976 e il 2016. I ricercatori hanno anche calcolato, nello specifico, i livelli di piombo nel sangue di bambini vissuti tra 1940 e il 1975, sempre paragonandoli all’uso di benzina al piombo in quel periodo. Questi dati sono stati poi usati in una formula matematica che spiega come l’esposizione al piombo influenza il QI.

"Noi abbiamo preso in considerazione solo gli Stati Uniti", spiega Aaron Reuben, ricercatore della Duke University in North Carolina che ha seguito lo studio. "Ma effetti simili si sono probabilmente verificati in altri paesi ad alto reddito, perché i metodi di utilizzo del piombo nella benzina durante il secolo scorso erano molto simili nei paesi sviluppati".

L’inquinamento abbassa il QI

La conclusione è una, ed è tragica: un’esposizione costante alla benzina con piombo negli anni dell’infanzia è stata collegata a un calo medio del QI di 2,6 punti tra gli adulti statunitensi, aumentando a 5,9 punti tra quelli nati tra la metà e la fine degli anni ’60.

Questo vuol dire che più della metà delle persone negli Stati Uniti potrebbe avere un QI leggermente più basso del suo potenziale come risultato dell’inalazione di gas di scarico da veicoli alimentati con benzina al piombo quando erano bambini. Si pensa che il danno sia più pronunciato tra le persone nate negli anni ’60 e ’70, quando l’uso di questo tipo di carburante era al suo apice. Il piombo infatti è stato usato nella benzina per la prima volta negli anni ’20 per far funzionare meglio i motori delle auto, ma da allora l’incremento è stato costante.

Se il piombo entra nel cervello può interrompere la trasmissione di segnali nervosi e, a in quantità più alte, uccidere le cellule cerebrali. I bambini piccoli sono particolarmente suscettibili, perché sono nella fase in cui il cervello si sviluppa più rapidamente.

Quest’informazione è diventata di dominio pubblico negli anni ’70, quando è stato dimostrato che le particelle di piombo dei gas di scarico potrebbero entrare nel flusso sanguigno delle persone, e livelli più alti di questo metallo sono stati collegati a prestazioni scolastiche peggiori nei bambini.

Di conseguenza, la benzina al piombo è stata vietata per l’uso nei veicoli stradali negli Stati Uniti nel 1996. Purtroppo però le sue tossine ambientali hanno un effetto duraturo, sull’ambiente e sugli uomini che ne vivono circondati. E anche sulle api, a quanto pare.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963