Libero
C'è un motivo per cui gli scienziati sono ossessionati dalle lumache di mare: ecco qual è Fonte foto: 123rf
SCIENZA

Perché questo animale sta ossessionando gli scienziati

C'è un motivo per cui gli scienziati si stanno ossessionando con questi animali: è stato infatti dimostrato il loro intricato processo di apprendimento neurologico per conservare i ricordi

Diciamolo pure, ai nostri occhi la natura appare quasi magica. I suoi misteri e le sue creazioni sono così ricche di sorprese da portarci quasi a pensare a chissà quali incantesimi. I ricercatori, invece, sanno che dietro a ogni incredibile scoperta non c’è magia, ma una spiegazione razionale. Ed è per questo, per esempio, che in questo momento sono ossessionati dalle lumache di mare.

Ebbene sì: pare che questi invertebrati marini, chiamati con questo nome per la loro somiglianza con le lumache terrestri, abbiano delle capacità molto più sviluppate di quanto si potesse pensare fino ad adesso. In particolare a rivelare qualcosa di davvero significativo è la Aplysia Californica, una specie diffusa nell’oceano Pacifico nord-orientale.

La lumaca di mare californiana e le sue potenzialità

Prima di andare avanti, bisogna fare un paio di precisazioni. Come possiamo ben immaginare, le lumache di mare sono davvero tantissime. Con queste parole si tende a indicare la maggior parte dei gasteropodi nudibranchi, ovvero privi di guscio o con un guscio ridottissimo o interno. Queste creature marine sono tantissime e assumono forme diverse, nel corpo e nelle dimensioni. Tuttavia, l’Aplysia Californica, da qualche tempo, è sotto osservazione per una serie di motivi.

Fondamentalmente ha un sistema nervoso davvero interessante. È infatti costituito da 20.000 neuroni grandi e facilmente identificabili con corpi cellulari di dimensioni fino a 1 millimetro. Non si tratta di un sistema particolarmente complesso, attenzione, eppure, nonostante questo, pare che l’Aplysia Californica, sia in grado di mettere in atto una serie di processi intricati, che apparentemente non dovrebbe riuscire neanche a concepire.

L’Aplysia Californica, una lumaca di mare da "nobel"

Proprio per questa caratteristica,  l’Aplysia Californica è stata studiata in laboratorio. Il primo scienziato a occuparsene fu il premio Nobel Eric Kandel, il quale, dopo una serie di tentativi comprese che lo studio di questa lumaca di mare doveva essere relativo al campo della neurobiologia dell’apprendimento e della memoria.

Infatti, dimostrò che l’Aplysia Californica è capace di una varietà insospettabile di sistemi e processi di apprendimento, sia associativi che non associativi. Impara per mezzo di sensibilizzazione, assuefazione e condizionamento classico e operante. Ma qual è la novità, oggi? E perché gli scienziati si sono riattivati portando avanti nuove ricerche? In poche parole, perché parte dei neuroni della lumaca sembrano funzionare proprio come quelli umani.

Le lumache di mare e la memoria a lungo termine

Di quali neuroni si parla? Di quelli legati alla memoria, in particolare quella a lungo termine. Stando alla recente ricerca portata avanti da un team internazionale di scienziati della New York University e pubblicato sulla rivista scientifica della National Academy of Sciences, i meccanismi innescati dai neuroni dell’Aplysia Californica sono simili a quelli umani per categorizzazione e discriminazione di eventi e di modelli di comportamento conseguenti.

Ciò significa che proprio come gli uomini, le lumache di mare di questa specie mettono in ordine le loro esperienze in base all’intensità e all’importanza e mantengono vividi i ricordi basandosi sulle emozioni o gli insegnamenti che scatenano/comportano. Non solo: gli scienziati hanno anche rilevato che le lumache di mare danno priorità agli "stimoli crescenti", ovvero ai ricordi che hanno una sorta di potere predittivo.

Ciò significa che anche gli esseri umani potrebbero ragionare in tal senso, non semplicemente "accumulando" i ricordi, ma distinguendoli per ciò che ne traggono. Un grande passo avanti in un campo, quello della memoria e dei ricordi, che è ancora estremamente misterioso.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963