Libero
HOW TO

Spegnimento, sospensione o ibernazione del PC: cosa cambia

Oltre allo Spegnimento del computer è possibile arrestare il PC Windows ricorrendo alla Sospensione oppure all'Ibernazione

Per arrestare il PC Windows è possibile scegliere tra varie opzioni. Nel corso del tempo, infatti, Microsoft ha realizzato alcune alternative al tradizionale Spegnimento che prevede l’arresto del sistema. Gli utenti, infatti, possono puntare sulla Sospensione e, in alcuni casi, sull’Ibernazione del sistema operativo. Queste alternative permettono una ripresa delle attività più rapide alla riaccensione e sono molto utilizzate soprattutto tra i notebook.

Come funziona lo Spegnimento del PC

Lo Spegnimento del PC è il sistema tradizionale per arrestare il sistema operativo. Su Windows, basta premere sul tasto Start e poi su Arresta il sistema per spegnerlo in modo completo. Scegliere questa strada comporterà (soprattutto per i computer con qualche anno sulle spalle e/o con un hardware molto basilare) un tempo lungo per la ripresa delle attività alla riaccensione. Per ridurre i tempi, invece, ci sono due opzioni da considerare: Sospensione e Ibernazione

Sospensione e Ibernazione: le alternative allo Spegnimento del PC

La Sospensione è un meccanismo utilizzato da tutti i computer Windows più recenti. Premendo il tasto Sospendi, dal menu dedicato alle opzioni di arresto del sistema, è possibile ottenere una sospensione delle attività del computer che, quindi, non si arresterà del tutto ma andrà a ridurre in modo drastico la potenza e, quindi, il consumo di energia.

In questo modo, il computer “sospeso” resterà sempre pronto alla ripresa delle attività. Con i notebook è possibile attivare la Sospensione semplicemente chiudendo il coperchio. Su Windows 10 e Windows 11, inoltre, è possibile regolare questa funzionalità andando nelle Impostazioni e poi in Alimentazione e sospensione (su Windows 10) o Alimentazione e batteria (su Windows 11).

C’è poi l’Ibernazione. Questa funzione è disponibile solo in alcuni computer Windows (deve essere implementata dal produttore) ed è stata progettata, in particolare, per i notebook, i tablet e i convertibili dotati del sistema operativo di Microsoft. L’Ibernazione è una soluzione intermedia tra lo Spegnimento e la Sospensione, riducendo ulteriormente il consumo di energia e garantendo tempi di riavvio abbastanza rapidi.

La modalità Ibernazione (quando disponibile) andrebbe attivata quando si prevede di non utilizzare il PC per diverso tempo. Per attivare quest’opzione e renderla disponibile in Start > Arresta bisogna andare, con Windows 11, in Pannello di controllo > Sistema e sicurezza e, nelle Opzioni risparmio energia, bisogna selezionare Cambia l’azione dei pulsanti di alimentazione per poi selezionare Modifica impostazioni attualmente non disponibili > Ibernato.

Con Windows 10, invece, è necessario andare in Impostazioni > Sistema  > Alimentazione e sospensione  > Altre impostazioni di risparmio energia > Specificare cosa avviene quando si preme il pulsante di alimentazione > Modificare le impostazioni attualmente non disponibili. In Impostazioni di arresto bisogna selezionare Iberna, se disponibile, e confermare le modifiche.

TAG: