notifiche app whatsapp Fonte foto: vfhnb12 / Shutterstock.com
TECH NEWS

WhatsApp, arriva il trillo: ecco cos'è

WhatsApp sta testando una nuova funzionalità: un trillo da inviare a un amico per invitarlo a leggere un messaggio importante: Ecco come funziona

Nei prossimi mesi WhatsApp potrebbe rilasciare una nuova funzionalità molto particolare: un “trillo” che richiama l’attenzione degli utenti sui messaggi ricevuti e non letti. Chi ha qualche capello bianco sicuramente si ricorderà del “trillo” di MSN. Chi, invece, è più giovane e ha conosciuto nella sua breve vita digitale solamente WhatsApp non sa di che cosa stiamo parlando.

Per farla breve, su MSN (Windows Live Messenger, programma oramai andato in pensione), il WhatsApp dei primi anni 2000 che permetteva agli utenti di chattare gratuitamente dal computer, il “trillo” serviva per richiamare un utente e iniziare a interagire con lui. Il “trillo” era un vero e proprio suono meccanico, impossibile non sentirlo. Per anni è stata una delle caratteristiche identificative di MSN. Ora gli sviluppatori di WhatsApp sembrano intenzionati a riportare in vita il “trillo” per invitare gli utenti a leggere urgentemente dei messaggi. La funzionalità per il momento è stata rilasciata solamente nella versione beta dell’applicazione e non per tutti gli utenti. Prima di essere disponibile nella versione ufficiale bisognerà aspettare ancora un bel po’, almeno un paio di mesi, nella speranza che i test diano esito positivo.

WhatsApp, come funziona il “trillo”

Per il momento non sono molte le informazioni su questa nuova funzionalità. Dovrebbe servire per richiamare l’attenzione di un amico che ancora non ha letto il messaggio che gli abbiamo inviato. L’icona del “trillo” dovrebbe essere aggiunta nell’interfaccia dell’applicazione e farà suonare e vibrare lo smartphone del proprio interlocutore. Ma funzionerà solamente se anche il destinatario del trillo sarà online.

Non ci sono informazioni nemmeno su quante volte sarà possibile richiamare l’attenzione del proprio amico. Gli sviluppatori potrebbero decidere di limitare l’utilizzo del trillo a 3-4 volte nell’arco di 10-20 minuti.

La nuova funzione è stata rilasciata solamente a un numero esiguo di utenti e nelle prossime settimane arriverà a tutti gli iscritti del programma beta di WhatsApp. Solo dopo aver passato i test, il trillo verrà rilasciato nella versione ufficiale dell’app. Potrebbero passare diversi mesi prima che accada.

Solo una bufala?

Stando a una rivelazione di WhatsApp Beta Info, noto leaker solitamente molto ben informato sulle novità di WhatsApp, il trillo sarebbe solo una bufala. O, almeno, non si tratta di una nuova funzione che arriverà a breve sulla piattaforma di messaggistica. Nelle versioni beta di WhatsApp per Android e iOS, infatti, non c’è traccia di un simile strumento, né sembra essere inserito nella road map di sviluppo. Insomma, quella che sembrava poter essere una novità di primissimo piano potrebbe essere frutto della fantasia di qualche buontempone.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963