Libero
DIGITAL LIFE

Amazon Alexa cambierà completamente: ecco perché

Anche Amazon sale sul carro dell'AI: sta per arrivare una nuova versione dell'assistente vocale Alexa, potenziata da ChatGPT

L’assistente vocale digitale di Amazon, cioè Alexa, a breve potrebbe diventare completamente diverso e molto più potente. Secondo un report di Business Insider, che è venuto in possesso di documenti interni riservati di Amazon, il CEO dell’azienda Andy Jassy avrebbe intenzione di inserire in Amazon Alexa la tecnologia di OpenAI ChatGPT, cioè il chatbot più famoso (e criticato) al mondo.

Con questa mossa Alexa potrà fare cose oggi impensabili, in particolare per quanto riguarda l’intrattenimento e le informazioni offerte agli utenti. ChatGPT, infatti, è un’Intelligenza Artificiale “generativa” e questo vuol dire che Amazon Alexa con ChatGPT potrà “creare” le risposte da zero e non più soltanto attingere da un database di risposte preconfezionate.

Alexa+ChatGPT: la coppia vincente

Quando oggi chiediamo qualcosa ad Amazon Alexa, l’assistente vocale quasi sempre ci offre una risposta del tipo “Secondo il sito XYZ…“. Questo perché l’intelligenza di Alexa è decisamente 1.0, ben più bassa rispetto ai nuovi modelli AI generativi.

Con l’integrazione della tecnologia ChatGPT di OpenAI, però, Alexa potrà fare molto di più. Business Insider cita degli esempi di cosa potrà fare la nuova Alexa, tratti documenti riservati che ha potuto consultare. Alexa potrà rispondere a domande come “Quanti sono i lupi nello Stato di Washington“: lo farà estrapolando informazioni pubblicate sul Web e mettendole insieme per creare una risposta originale.

Ma il grosso della potenza del nuovo assistente vocale andrà a vantaggio dell’intrattenimento. Ad esempio potremo chiedere allo Smart Speaker “Alexa, trova quel programma HBO o Netflix in cui i ricchi vanno in vacanza in Sicilia o alle Hawaii” e ottenere come risultato “White Lotus“.

Si potrà quindi chiedere ad Alexa un suggerimento per una serie come Emily in Paris, ma che non parli del mondo della moda. Stesso discorso per la musica, in tutti i suoi numerosissimi generi e sottogeneri.

Infine, Alexa sarà in grado di creare completamente da zero (ma in realtà mischierà contenuti già pubblicati) delle storie per i bambini. Questa funzione sarà usata per creare favole della buonanotte, per far addormentare i più piccoli.

Alexa con ChatGPT: quando arriva

Quello che Business Insider non sa e non ci dice è quando avverrà l’integrazione di ChatGPT in Amazon Alexa. E non è facile prevederlo, perché ci sono questioni tecniche importanti da risolvere, dalle quali derivano questioni di privacy ancor più importanti.

Negli ultimi anni i dispositivi Amazon Echo, con i quali la maggior parte degli utenti usa Amazon Alexa, sono stati dotati di un hardware sempre più potente per poter elaborare al loro interno le richieste dell’utente, scambiando meno dati possibili con i server di Amazon ai fini di aumentare la privacy.

Chiaramente tutto ciò non si potrà fare per le risposte che richiedono ChatGPT, visto che serve una potenza di calcolo enorme per gestire questi algoritmi. I dati, quindi, dovranno essere spediti ad Amazon, che li girerà a OpenAI, che si appoggerà a Microsoft per il calcolo vero e proprio. E poi tutto il giro di ritorno, per portare la risposta all’utente.