Libero
HOW TO

Che cos'è e come creare un disco di ripristino Windows 10

Creare un disco di ripristino con Windows 10 è molto semplice: ecco la procedura da seguire

Pubblicato:

Windows 10 disco ripristino Fonte foto: Wachiwit / Shutterstock.com

Un disco di ripristino di Windows 10 consente di reinstallare il sistema operativo nel caso in cui si sia verificato un problema grave con il proprio computer. Utilizzando un apposito strumento già disponibile in Windows si andrà a creare un’immagine del sistema operativo (senza un backup dei file personali e delle app non pre-installate nel computer) da utilizzare in caso di necessità. Creare un disco di ripristino di Windows 10 è facile. Ecco come fare:

Come creare un disco di ripristino

Prima di iniziare è necessario completare un passaggio preliminare: per creare un disco di ripristino per Windows 10, infatti, serve collegare al computer un disco esterno oppure una chiavetta USB (è necessario avere almeno 16 GB di spazio libero ma lo spazio richiesto potrebbe essere maggiore; la scelta migliore è creare un disco di ripristino su una chiavetta USB con una capienza sufficiente).

A questo punto bisogna attivare la funzione di ricerca (tasto Windows + S) e poi digitare Crea un’unità di ripristino, andando a selezionare, cliccandoci su, l’opzione omonima che apparirà come primo elemento dei risultati di ricerca.

In questo modo è possibile accedere al pannello per la creazione di un’unità di ripristino del proprio computer con Windows 10. Quest’unità potrà essere utilizzata per reimpostare il PC in caso di problemi oltre che per reinstallare Windows. La stessa procedura può essere eseguita per creare un disco di ripristino di Windows 11. 

Per completare la creazione di un disco di ripristino in Windows 10 è necessario scegliere se selezionare o meno l’opzione Esegui il backup dei file di sistema nell’unità di ripristino (scelta consigliata) per poi premere Avanti, attendendo alcuni secondi (o minuti, dipende dal sistema) per il completamento della procedura. Basterà seguire le istruzioni per completare la creazione del disco di ripristino di Windows 10.

Come usare un disco di ripristino

Per usare un disco di ripristino di Windows 10 è necessario riavviare il computer (con il disco già inserito; se si tratta di una chiavetta USB, quindi, è necessario inserire la chiavetta prima del riavvio del computer). Per il riavvio è possibile andare in Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Ripristino > Riavvia ora. A questo punto, il computer dovrebbe avviare in automatico il disco di ripristino invece che avviare Windows.

Questo, però, dipende dalle impostazioni del BIOS del computer: se il PC non è impostato per avviare prima il disco di ripristino sarà necessario accedere al BIOS e, quindi, modificare le impostazioni di boot, selezionando come prima opzione le porte USB (se il disco di ripristino è collegato al computer tramite USB) oppure il lettore di dischi.

Ci sono vari metodi per entrare nel BIOS. È necessario consultare il manuale di istruzioni del computer o della scheda madre (per i computer assemblati) per verificare il modo in cui accedere al BIOS. In alternativa, è possibile contattare il servizio d’assistenza del produttore. Una volta avviato il disco di ripristino sarà sufficiente seguire la procedura guidata, selezionando l’unità di memoria dove ripristinare il sistema operativo.

Libero Shopping