Chi traccia le tue attività online: la lista completa Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Chi traccia le tue attività online: la lista completa

DuckDuckGo ha pubblicato una ricerca online con tutti i siti web che tracciano le nostra attività online. Ecco quali sono

Sono almeno 1.727 le aziende, e 5.326 i rispettivi domini Internet, che ci tracciano ogni giorno, tutto il giorno. In un periodo in cui il tema del tracking del nostro comportamento online sta diventando sempre più di attualità, numeri del genere non sono per nulla rassicuranti. Anche perché il timore di molti è che si tratti solo della punta dell’iceberg.

A fornire questi numeri, e la lista completa delle aziende che si fanno i fatti nostri, è stata DuckDuckGo. La compagnia che sviluppa e gestisce il noto motore di ricerca per amanti della privacy, e altre soluzioni per la navigazione online sicura, ha infatti condiviso un corposo data set chiamato Tracker Radar. In tale database DuckDuckGo ha racchiuso tutti i dati a sua disposizione sui codici di tracking che vengono eseguiti quando navighiamo sul Web e sulle rispettive aziende che li sviluppano. Lo scopo di DuckDuckGo è semplice: rendere disponibile questa lista a tutti, affinché gli utenti possano sapere cosa succede dietro le quinte dei siti e chi produce i browser possa bloccare i tracker.

Tracking online: la lista di DuckDuckGo

Possiamo dire che DuckDuckGo ha fatto un gran lavoro, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. È stato creato un file per ogni dominio che ci traccia, che a sua volta è di solito associato ad un codice di tracking. In questo file è descritta l’attività di tracking: quanto è diffuso, il numero di siti che lo usano, se il tracker usa la tecnologia di “fingerprinting” (necessaria per riconoscerci anche se cerchiamo di navigare in anonimo), se usa i cookie, quanto il tracker rallenta la navigazione e molto altro. Poi ci sono tutti i domini collegati ad ogni azienda: ad esempio i tracker di Google girano su Google.com, Google.it, Google.de e così via.

Come difendersi dai tracker online

DuckDuckGo raccomanda agli utenti che vogliono navigare online senza essere tracciati di usare un browser o una estensione che blocca il funzionamento dei codici di tracking. La stessa DuckDuckGo sviluppa un suo browser dedicato alla privacy (si chiama proprio DuckDuckGo Privacy Browser). Altrimenti il browser Microsoft Edge basato su Chromium permette di settare il blocco dei tracker in maniera più o meno aggressiva. Più si stringe il blocco, però, più è probabile avere limitazioni nelle funzionalità delle pagine Web che visitiamo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963