indice-tesi Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come creare il sommario in un documento Word

Per rendere leggibili e chiari i documenti Word molto lunghi è sempre consigliabile realizzare un sommario, ecco alcuni trucchi per riuscirci senza problemi

Una tesi, un lungo documento o un bando. Esistono un’infinità di motivi per imparare a fare un sommario Word. Per fortuna nel servizio di casa Microsoft esiste una funzione integrata per creare degli indici. Ma ci sono alcuni piccoli consigli che è meglio seguire.

Partiamo dalla base, un sommario è una tabella di contenuti iniziale con delle intestazioni che richiamo alla sezione e al capitolo di riferimento. Si tratta di una soluzione rapida e veloce per trovare immediatamente ciò che ci interessa senza stare a scorrere troppo. Per realizzare un sommario efficace è necessario avere un po’ di dimestichezza con Word. Se è la prima volta che apriamo un documento con questo programma avremo più di una difficoltà a realizzare una tabella di contenuti, ma per fortuna su Word quasi tutte le azioni che si possono compiere sono estremamente intuitive.

Creare un sommario su Word

Per iniziare a creare un sommario con Word dobbiamo innanzitutto andare sulla sezione Riferimenti e poi sotto la voce Sommario. Avremo a disposizione diverse scelte. Delle tabelle automatiche o manuali. Ovviamente le prime sono più veloci ma per chi vuole personalizzare il proprio sommario e non si vuole limitare ad averne uno standard è meglio la seconda opzione. Un sommario personalizzato si può anche salvare per un uso futuro. Prima di scegliere il sommario, però, la cosa più importante è applicare uno stile al titolo del paragrafo selezionato, e per riuscirci basta andare alla voce Stili. Dalla voce Sommario dopo ogni modifica alla voce Stili dobbiamo cliccare su Aggiorna Sommario per dare validità alle nostre modifiche.

Modificare lo stile dei titoli

Quando andiamo alla voce stili e applichiamo il carattere Titolo abbiamo poche scelte e spesso queste potrebbero non accontentare il nostro stile grafico desiderato. All’inizio non ci preoccupiamo di questo. Al sommario servirà avere dei punti di riferimento chiari. Ma una volta completata la lista delle intestazioni da visualizzare sul sommario potremo andare e modificare il carattere, la grandezza e il colore a nostro piacimento. L’importante è non rimuovere lo stile Titolo. Altrimenti non verrebbe più considerato come elemento per il sommario. Potremo anche dare un colore diverso a titolo e sottotitolo e premendo Aggiorna al Sommario le modifiche verranno visualizzate anche in questa sezione.

Includere altre parti nel sommario

Word di default include nel sommario solo le parti indicate come Titolo, nelle sue varianti da 1 a 9. Ma come fare se per esempio nel sommario vogliamo includere un grafico o un’altra parte del testo? In questo caso dobbiamo tornare alla sezione Riferimenti e quindi a quella Sommario. Dal menu a tendina selezioniamo la voce personalizza sommario. Nel menu che si apre clicchiamo sulla dicitura Opzioni. Nella lista che si apre scorriamo l’elenco delle voci riconosciute come intestazioni, in pratica i titoli da 1 a 9. Finita questa lista potremo inserire un nostro Stile a piacimento che verrà riconosciuto come titolo. Clicchiamo due volte su OK e verrà aggiunto in automatico.

Contenuti sponsorizzati