Libero
SMART EVOLUTION

In vacanza con il traduttore istantaneo tascabile

Una nuova categoria di prodotti sfrutta la connessione alla rete grazie a SIM incorporata, combina i motori di traduzione con l'intelligenza artificiale per un risultato superiore.

 Luca Viscardi  Divulgatore e blogger di tecnologia

Conduttore radiofonico, blogger e scrittore. Da anni impegnato nella divulgazione della cultura digitale, è fondatore e Chief editor di MisterGadget.Tech

Oggi presentiamo una soluzione interessante per chi parte per le vacanze, per chi semplicemente ha necessità di avere contatti professionali con persone di lingue diverse o anche solo per chi ama girare il mondo: si chiama Vasco Translator M3.

C’è un dettaglio che dobbiamo subito premettere: questo non è l’unico traduttore tascabile, connesso alla rete internet che si trova sul mercato. Ce ne sono tantissimi, ad esempio dal Giappone Pocketalk, giusto per fare un altro nome, ma ci sono molteplici proposte,  che più o meno si equivalgono, con prestazioni e prezzo molto simili.

Per descrivervi un’intera categoria di prodotti, incidentalmente, usiamo Vasco Translator M3, perché è quello che abbiamo in tasca in questo momento.

A cosa serve un traduttore tascabile, cosa cambia dal cellulare

Questo oggetto è in grado di interpretare e quindi di tradurre in tempo reale oltre 70 lingue; non solo, perché è in grado di funzionare in ogni angolo del mondo collegandosi alla rete, grazie alla SIM integrata, compresa nel prezzo, che durerà per sempre ed è compatibile con le reti mobili di oltre 200 territori su tutto il pianeta.

Qualcuno di voi potrebbe chiedersi cosa cambia rispetto al traduttore che si può avere gratuitamente all’interno del proprio smartphone: il dubbio è legittimo, perché da una parte bisogna spendere quasi 300 euro, mentre sul cellulare i diversi servizi di traduzione di Apple, Google o Microsoft, per citarne alcuni, sono totalmente gratuiti.

In realtà, Vasco Translator M3 associa l’utilizzo di dieci motori di traduzione contemporaneamente, combinandoli con l’uso dell’intelligenza artificiale: questa azione rende la traduzione più veloce, più attendibile e più precisa, anche quando si usano termini “gergali", che a volte sfuggono agli strumenti gratuiti che si trovano nelle app oppure online.

Vasco Electronics Translator M3Fonte foto: MisterGadget.Tech

Come si collega alla rete il traduttore tascabile?

Vasco Translator M3, come gli altri prodotti della stessa categoria, ha bisogno del collegamento alla rete internet per funzionare: per andare online, può sfruttare la scheda SIM integrata, oppure il WiFi, che in alcuni casi è richiesto obbligatoriamente, ad esempio, per l’aggiornamento del software.

Il funzionamento è davvero semplice: ci sono diverse modalità di utilizzo per la traduzione, basta accendere il display e scegliere la lingua che si vuole utilizzare e quella da cui si vuole tradurre.

A questo punto i due pulsanti presenti sul dispositivo diventeranno i punti d’accesso per le diverse lingue: ogni volta che si vorrà tradurre dall’italiano verso la lingua straniera basterà premere il pulsante associato alla lingua italiana e viceversa.

La traduzione in tempo reale delle conversazioni è solo una delle tante funzionalità, perché c’è anche la possibilità anche di usare la fotocamera incorporata per avere la traduzione istantanea di ciò che c’è scritto su un menù, oppure su un cartello stradale.

Non solo, perché c’è anche un sistema per tradurre le telefonate in tempo reale: al nostro interlocutore verrà fatto ascoltare un messaggio che spiega come funziona il dispositivo e a noi toccherà solo schiacciare i pulsanti giusti durante la conversazione.

C’è anche un’opzione, che avrebbe risolto tutti i problemi della Torre di Babele, quella dove si racconta siano nate tutte le lingue del mondo: c’è infatti una chat di gruppo, che permette di scrivere o di dettare il proprio messaggio nella propria lingua, che verrà tradotta nella lingua di ciascuno dei 64 partecipanti al gruppo.

Io potrò ad esempio parlare in italiano: il mio messaggio sarà tradotto contemporaneamente nelle lingue di tutti coloro che sono collegati e viceversa, qualcosa di veramente veramente incredibile.

Se tutto questo non basta, ci sono anche dei piccoli corsi per imparare le lingue: basta seguire le istruzioni che vengono date sul display per apprendere pian piano le parole fondamentali dei molteplici idiomi che sono tradotti da Vasco Translator.

Vasco Electronics Translator M3Fonte foto: MisterGadget.Tech

Peso e dimensioni super ridotte

Questi prodotti sono leggerissimi, Vasco Translator M3, per citare quello che vi stiamo mostrando, pesa solo 88 grammi. Per funzionare, è alimentato da una batteria da 1700 mAh, che garantisce una giornata intera di utilizzo senza problemi.

Il menù per la gestione è intuitivo ed è alla portata di tutti, anche anziani e bambini: con un oggetto così in tasca, non resta altro che fare la valigia e andare a sperimentare il suo utilizzo in qualche angolo del mondo.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963