Carta do pagamento Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Le migliori carte prepagate per viaggiare

I viaggiatori seriali hanno necessità di un sistema di pagamento versatile e con servizi studiati appositamente per chi si trova spesso fuori casa

Il boom del turismo di massa ha fatto nascere esigenze e necessità del tutto nuove. Tra queste, quella di sistemi e strumenti di pagamento ad hoc per i viaggiatori seriali. Che si tratti di viaggi di lavoro o vacanze e soggiorni di piacere, il succo del discorso non cambia: chi si trova spesso lontano da casa avrà probabilmente bisogno di uno strumento che gli consenta di pagare facilmente e senza grossi rischi, soprattutto se si trova all’estero.

La risposta a questa esigenza viene dalle carte ricaricabili smart, prodotti finanziari simili in tutto e per tutto a carte di credito (o debito) “classiche”, ma più semplici e immediate da gestire. Le carte smart, infatti, possono essere richieste via smartphone o portale web, si gestiscono da piattaforma telematia (app o sito Internet) e offrono servizi e strumenti avanzati ed esclusivi. Molti di questi, come accennato, sono pensati espressamente per i viaggiatori seriali. Scegliendo la miglior carta prepagata per viaggiare sarà possibile girare il mondo con uno strumento di pagamento versatile e al riparo dalle frodi.

Come scegliere le migliori carte prepagate per viaggiare

Di carte prepagate smart ce ne sono a decine. Non tutte, però, sono adatte per i viaggiatori. Può capitare, ad esempio, che offrano tassi di cambio particolarmente sfavorevoli. O, in altre occasioni, prevedano delle commissioni elevate per prelievi da sportelli bancomat non italiani. Insomma, prima di richiedere una carta prepagata smart bisogna informarsi sulle sue caratteristiche, sui servizi offerti e sulle condizioni di utilizzo.

Vediamo quali sono le caratteristiche che deve avere una buona carta prepagata per viaggiare:

  • Gestione del conto multivaluta;
  • Cambio valuta favorevole;
  • Bassi costi di commissione (meglio ancora se nulli) per prelievi e pagamenti in valuta estera;
  • Servizi ad hoc per viaggiatori.

Migliori carte per viaggiare: le caratteristiche

  • Revolut, caratteristiche e costi. Da molti è considerata la miglior carta di credito per chi viaggia. Revolut consente di gestire i propri risparmi in più di 150 valute (incluse euro, dollaro statunitense, sterlina, dollaro canadese e decine d’altre tra le più importanti) e, grazie all’IBAN italiano, effettuare bonifici in tutto il mondo senza alcun costo. A rendere Revolut ideale per i viaggi sono anche altre caratteristiche: tutti i pagamenti, sia quelli in euro sia quelli in valuta, sono sempre gratis, mentre con il conto base si possono prelevare sino a 200 euro al mese senza dover pagare commissioni. Inoltre, il tasso di cambio applicato è quello del sistema interbancario, che offre soluzioni più vantaggiose agli utenti. Dal conto Premium in poi (costo di 7,99 euro al mese) gli utenti avranno un’assicurazione viaggi inclusa nel canone mensile, rimborsi in caso di ritardi o cancellazione di voli o perdita di bagagli e copertura spese mediche
  • N26, caratteristiche e costi. La banca mobile tedesca offre diverse soluzioni “tarate” sulle esigenze dei viaggiatori seriali. Scegliendo carta N26 tutti i pagamenti, sia in Euro sia in valuta straniera, saranno sempre gratuiti, mentre sui prelievi Bancomat viene applicata una commissione dell’1,7% nel caso vengano effettuati in Paesi non appartenenti all’Area Euro. Commissione che scompare nel caso in cui si decide di sottoscrivere un conto N26 You (costo 9,90 euro al mese), che offre anche un’assicurazione viaggi completa (copertura emergenze mediche; smarrimento e ritardo bagagli; interruzione e annullamento viaggio; auto, bici, scooter e monopattino in sharing)
  • Monese, caratteristiche e costi. La startup britannica offre condizioni particolarmente vantaggiose per chi viaggia con una certa frequenza. Scorrendo la lista dei costi di Monese, infatti, si scopre che l’utente potrà prelevare fino a 200 euro al mese senza alcuna commissione da qualunque sportello ATM in giro per il mondo e pagare con carta fino all’equivalente di 2.000 euro al mese con una commissione dello 0,5% sulla spesa effettuata. I trasferimenti in valuta estera sono immediati e gratuiti nel caso di un altro cliente Monese, mentre ci sarà una commissione del 2% se l’accredito verrà effettuato su un altro conto. I tassi di cambio, però, sono particolarmente favorevoli, così che l’utente risparmierà comunque rispetto ai costi che dovrebbe sostenere utilizzando carte di credito “tradizionali”

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963