Libero
SMART EVOLUTION

Questo robot lava-aspira è davvero rivoluzionario

Matic è il robot aspirapolvere sviluppato da due ex dipendenti Google, con un innovativo sistema di navigazione, un solo sacchetto per raccogliere sporco e liquidi e un'attenzione altissima per la privacy

Pubblicato:

aspirapolvere-smart-matic Fonte foto: Matic

Matic è il nuovo aspirapolvere e lavapavimenti smart che vede la luce dopo ben sei anni di sviluppo. Al progetto hanno lavorato anche due ex ingegneri di Google (assegnati a Google Nest), realizzando un device che, a detta loro, è davvero innovativo  rispetto agli altri prodotti in commercio.

Al momento, Matic può essere già preordinato sul sito della startup statunitense e arriverà sul mercato in primavera; il prezzo è piuttosto importante, certo, ma se le premesse fatte si dimostreranno veritiere, potrebbe rappresentare una vera rivoluzione nel settore dei robot per le pulizie, in particolar modo per quanto riguarda un aspetto sempre troppo poco considerato nella scelta di un robot: la privacy.

Matic, come funziona

La prima differenza tra Matic e gli altri robot aspirapolvere e lava pavimenti sta nel fatto che questo dispositivo non utilizza i diversi sensori a bordo per la navigazione all’interno dell’abitazione, ma si affida a cinque telecamere integrate, utilizzate  per creare la mappa 3D dell’ambiente circostante, sfruttando lo stesso funzionamento già visto per le mappe di Google Streetview.

Oltretutto, la creazione delle mappe avviene direttamente sul dispositivo, che non avrà quindi bisogno di una connessione a internet per funzionare. Gli sviluppatori promettono, infatti, che i dati dell’abitazione non verranno inviati sul cloud ma saranno archiviati esclusivamente all’interno dell’aspirapolvere smart, come ulteriore garanzia per la propria privacy.

Le telecamere a bordo del dispositivo consentono anche il riconoscimento dei gesti, che l’utente può utilizzare (congiuntamente con i comandi vocali) per impartire ordini al proprio device.

Poi, trattandosi di un prodotto smart, dopo aver appreso gli ordini e la forma della casa, sarà in grado di automatizzare la pulizia. Sarà anche possibile chiedere a Matic di pulire le stanze con una diversa priorità o solo a certi orari, ad esempio di pulire la cucina per ultima e solo dopo la cena.

Inoltre, grazie ai sensori a bordo, il Matic riconoscerà in automatico il tipo di pulizia da effettuare passando automaticamente da una modalità all’altra (raccolta polvere o lavaggio pavimenti), riconoscendo ovviamente anche diversi tipi di superfici, come i tappeti.

L’altra divergenza rispetto agli altri prodotti del settore sta nella forma: Matic ha un design molto diverso, e si muove portando con sé la sua base di svuotamento, che contiene il sacchetto con la sporcizia raccolta e il serbatoio per l’acqua pulita.

Oltretutto dentro il sacchetto il robot raccoglie sia la polvere che l’acqua sporca, trasformando in cristalli disidratati il liquido sporco raccolto così da non farlo fuoriuscire e non rovinare il device.

Perciò l’utente avrà un solo sacchetto da smaltire e, secondo le specifiche del produttore, dovrebbe avere una durata che varia da una settimana a un mese, a seconda di quante volte viene avviata la pulizia e in base ai liquidi raccolti. Quando il sacchetto sarà pieno, il robot si fermerà di fianco al secchio dell’immondizia, inviando una notifica all’utente.

Sul fronte dell’autonomia, l’azienda produttrice promette 2,5 ore di aspirazione o 3 ore di pulizia e, quando la batteria è scarica, il robot tornerà automaticamente alla base per riprenderela pulizia (a carica completata) nel punto in cui è stata interrotta.

Infine l’ultima differenza rispetto agli altri prodotti in commercio è la formula di abbonamento con la quale Matic venderà i sacchetti e le spazzole di ricambio. Con 15 dollari al mese il produttore promette sacchetti illimitati, spazzole nuove al bisogno e un’estensione della garanzia.

Matic, quando arriva e quanto costa

I preordini di Matic sono già attivi sul sito ufficiale con il prodotto che sarà spedito a casa dell’acquirente a partire da marzo 2024. Al momento, però, è disponibile solo negli Stati Uniti. Il prezzo del dispositivo è di 1.795 dollari ma, chi effettua il preordine entro fine anno, riceverà uno sconto di 300 dollari pagando l’aspirapolvere 1.495 dollari.

TAG: