Libero
SMART EVOLUTION

Mediaset: il prossimo passo

Entro pochissimi mesi il gruppo del Biscione potrebbe cambiare definitivamente anche su Digitale Terrestre: ecco cosa ne sappiamo e chi dovrà cambiare televisione

Il 30 giugno 2022 è terminato il cosiddetto "refarming" delle frequenze televisive, con il rilascio delle frequenze in Lazio e in Campania. Ora, a livello nazionale, tutti gli operatori TV hanno le loro frequenze definitive e sono pronti al passaggio al DVB-T2, il cosiddetto "Switch off" al Digitale Terrestre di seconda generazione.

In teoria, già da gennaio 2023, si potrebbe avviare la trasformazione definitiva della TV italiana ma in pratica sembra proprio che le emittenti non ne abbiano poi così tanta voglia: il timore, infatti, è quello di perdere spettatori rendendo inutilizzabili milioni di televisori di vecchia generazione. Mediaset, ad esempio, in estate aveva annunciato il passaggio al solo HD su tutti i suoi canali entro la fine dell’anno, che non è nemmeno lo Switch off al 100% ma solo un passo intermedio. A che punto siamo?

Mediaset in HD su Tivùsat

Mediaset è passata alla risoluzione HD e al codec Mpeg-4 già a metà luglio, su 13 canali, ma solo sulla piattaforma satellitare Tivùsat:

  • Canale 5
  • Retequattro
  • Italia 1
  • 20
  • Twenty Seven
  • Iris
  • La5
  • Cine34
  • Focus
  • Top Crime
  • Tgcom 24
  • Mediaset Extra
  • Italia 2

Mediaset in "alta qualità" sul digitale terrestre

Ancor prima, il 20 ottobre 2021, tutti i canali nazionali (compresi quelli RAI e quelli Mediaset) erano passati alla trasmissione in "alta qualità". All’epoca la cosa fu comunicata in modo molto approssimativo, facendo credere che i canali sarebbero passati tutti in HD e che chi non aveva una televisione compatibile con l’alta risoluzione non avrebbe più potuto vedere i programmi.

Non fu così: il passaggio non fu da SD (standard resolution) ad HD (high resolution), bensì dal codec Mpeg-2 (vecchissimo) all’Mpeg-4 (più nuovo, ma non quanto il prossimo HEVC). E, per di più, i vecchi canali in Mpeg-2 non sparirono perché furono passati a "provvisori".

Passaggio all’HD che avvenne, però, successivamente ma senza spegnere i canali provvisori.

Il prossimo passo: Mediaset solo HD

Attualmente, dunque, i canali Mediaset sono disponibili solo in HD esclusivamente su Tivùsat e sia in SD che in HD sul Digitale Terrestre. Al momento, infatti, dal numero 105 in poi troviamo i canali Mediaset in HD (1080i) mentre dal 505 in poi troviamo quelli in SD (576i).

Il prossimo passo sarà quello di spegnere i canali SD e lasciare accesi solo gli HD. In questo modo si preparerebbe il successivo passaggio tecnico: da Mpeg-4 a HEVC, il nuovo codec ad alta qualità più efficiente e in grado di trasmettere più canali ad alta risoluzione e ad alto bitrate, in meno frequenze.

Mediaset solo HD: quando accadrà

Non c’è ancora una data ufficiale, ma è molto probabile che a breve ci sarà una comunicazione in merito da parte dell’azienda. Per quello che si sa oggi, infatti, Mediaset dovrebbe passare definitivamente all’HD entro fine anno.

La cosa più logica è che ciò avvenga in modo graduale: prima i canali meno popolari e, solo dopo, anche Canale 5, Rete 4, Italia 1. Il tutto solo e soltanto se non ci saranno problemi e se tutto filerà liscio, come è accaduto in estate su Tivùsat.

Quale TV serve per Mediaset HD

A questo punto è necessaria una precisazione: anche se Mediaset passerà alla sola risoluzione HD, spegnendo i canali SD, inizialmente lo farà mantenendo la codifica Mpeg-4. Di adottare l’HEVC, infatti, ancora non se ne parla (almeno non nelle comunicazioni ufficiali).

Le TV compatibili con l’Mpeg-4 sono molte di più di quelle compatibili anche con l’HEVC e questo mette al riparo da sorprese la maggior parte degli italiani: chi oggi già vede i canali Mediaset in HD nella parte bassa della numerazione LCN (da 105 in poi), continuerà a vederli dopo lo spegnimento dei canali SD.

Chi, invece, oggi può vedere Mediaset solo dal 505 in poi, allora sarà costretto a cambiare apparecchio televisivo.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963