Libero
Il record dell'anziana tartaruga Jonathan Fonte foto: Getty
SCIENZA

La tartaruga Jonathan compie 190 anni: è l'animale terrestre più vecchio

La testuggine Jonathan ha raggiunto i 190 anni in questo 2022 ed è entrata di diritto nel Guinness dei Primati

Mentre Silvio Pellico scriveva le sue celebri memorie Le mie prigioni e Gaetano Donizetti rappresentava per la prima volta L’Elisir d’amore, si registrava un evento passato colpevolmente in sordina. Nessuno poteva saperlo, ma nel lontano 1832 nasceva una tartaruga che vive ancora oggi e che ha conquistato un record di tutto rispetto. L’animale in questione si chiama Jonathan ed è il più anziano del mondo, almeno per quel che riguarda l’ambito terrestre. In questo 2022 deve soffiare sulla bellezza di 190 candeline e, se potesse parlare, avrebbe tanti aneddoti curiosi in serbo. Esiste anche una fotografia antichissima che mostra questo simpatico "Matusalemme" a fine ‘800 e già con un bel pezzo di vita affrontato.

Jonathan sarebbe nato quasi due secoli fa, stando a quanto certificato dal Guinness World Record, e uno dei momenti più emozionanti di cui è stato protagonista risale al 1882. Aveva già 50 anni e fu trasportato a Sant’Elena per fare compagnia al governatore inglese dell’epoca. Le tartarughe giganti sono abituate a raggiungere i 150 anni, anche se in questo caso si è andati decisamente oltre. La sua è una specie particolare: la nascita è avvenuta alle Seychelles, prima di diventare un prezioso regalo per gli ufficiali di alto grado dell’esercito britannico. In realtà la certificazione del primato risale al 2019, ma ora c’è stato un importante aggiornamento.

Il primato precedente

Jonathan è diventato a 187 anni l’animale terrestre più anziano del mondo, mentre con i 190 di questo 2022 si appresta a diventare l’esemplare più "stagionato" di Testudines, l’ordine a cui appartiene e che ricomprende diverse tartarughe (anche di mare). Lo scettro è rimasto a lungo sulla testa di Tu’i Malila, testuggine raggiata passata a miglior vita nel 1965. All’epoca aveva 188 anni e i suoi occhi erano riusciti a "vedere" il XVIII secolo, visto che fu presentata niente meno che alla famiglia reale di Tonga dal capitano Cook.

La tipica giornata dell’anziana tartaruga

A questo punto ci si può chiedere cosa fa tutto il giorno un animale tanto vecchio come Jonathan. La curiosità è inevitabile e ovviamente non ci si deve attendere una vita attiva, visto che è pur sempre un "pensionato" a quattro zampe. Risiede ancora alle Seychelles, per la precisone nella Plantation House, la residenza del governatore dei Territori Britannici d’Oltremare. In pratica è un’attrazione turistica che chi passa da queste parti non può certo lasciarsi sfuggire. Purtroppo non mancano gli acciacchi, un po’ come accade a qualsiasi ospite di un ospizio. La cartella clinica non è delle migliori.

Jonathan è quasi cieco per via delle cataratte non proprio sanissime dopo quasi due secoli di vita. Inoltre, il suo olfatto non funziona alla perfezione: c’è un team di veterinari che si occupa di lui costantemente, in particolare dell’alimentazione che deve garantirgli calorie e vitamine per la sopravvivenza (almeno una volta la settimana). Al contrario, l’udito è invidiabile, tanto che la Amplifon farebbe una brutta figura a scritturarlo per un suo spot. A questo punto non si può che fare il tifo per lui, il traguardo della cifra tonda e dei 200 anni non è così lontano e sarebbe senza dubbio un evento di rilevanza mondiale. Di certo può fare concorrenza a tante specie considerate immortali.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963