Libero
wifi 6 Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

C'è un nuovo standard Wi-Fi: è più veloce e consuma meno energia

Arriva il WiFi 6 Release 2 con nuove caratteristiche, migliori prestazioni in upload e download ed una maggiore efficienza energetica per i dispositivi

Al CES 2022, la WiFi Alliance ha annunciato il nuovo standard WiFi 6 Release 2, che apporta alcune novità significative al precedente WiFi 6E – ufficializzato proprio nello stesso periodo dello scorso anno – per quanto riguarda le prestazioni ed il consumo energetico. Ciò ha dei benefici soprattutto in caso di connessione di più dispositivi alla stessa rete.

Il nome non aiuta certo a ricordare quale sia lo standard più recente, ma i miglioramenti apportati sembrano piuttosto rilevanti soprattutto per le aziende, senza dimenticare i privati. Col crescente numero di dispositivi connessi, le reti domestiche richiedono prestazioni sempre migliori per offrire un servizio senza interruzioni. Grazie al WiFi 6 Release 2, gran parte dei problemi dovrebbero essere risolti, a vantaggio di chi vuole usufruire di contenuti in streaming, di chi deve lavorare in videoconferenza e di chi ama concedersi un po’ di svago con i videogiochi. Inoltre, non mancano vantaggi per la sicurezza.

WiFi 6 Release 2, le novità

Fra le novità più attese, figura senza dubbio il supporto per l’uplink multi-utente MIMO, che garantisce più fluidità e minore latenza per streaming e videoconferenze, con caricamento dei dati più rapido, nonché maggiore stabilità durante le sessioni di gaming online.

Per la gestione dell’efficienza energetica, intervengono tre nuove funzioni WiFi CERTIFIED 6, tutte a vantaggio di aziende e applicazioni Internet of Things (IoT). Esse si applicano a tutte le bande (2,4 GHz, 5GHz e 6 GHz) con vantaggi anche in termini di copertura per le reti di grandi dimensioni. Nel dettaglio, si tratta del tempo di attivazione del target di trasmissione (TWT), dell’estensione del tempo di sospensione e del risparmio energetico dinamico multiutente, per una migliore ottimizzazione dei dispositivi alimentati a batteria.

Non manca, inoltre, lo standard di sicurezza WPA3 che va a sostituire il WPA2, non richiede più una password condivisa per effettuare l’autenticazione, ma sfrutta dei processi completamente differenti e innovativi. Inoltre, la funzionalità di connessione al router tramite WPS sfrutterà un hash a 384 bit, contro i 23 bit di WPA2, per rendere ancora più difficile decifrare il pin trasmesso.

WiFi 6 Release 2, quali dispositivi lo adotteranno

Alla conferenza di presentazione, c’erano i rappresentanti di aziende come Airties, Broadcom, CommScope, Infineon, Intel, MaxLinear, Qualcomm e Mediatek, i quali hanno espresso pareri positivi riguardo a WiFi 6 Release 2. La necessità di realizzare reti sempre più performanti per sostenere un numero sempre crescente di dispositivi, spingerà questi giganti dell’elettronica ad implementare quanto prima al nuovo standard sui loro prodotti.

È probabile che inizieremo a vedere router, computer e smartphone con questa nuova tecnologia già a partire da quest’anno, ma è ancora difficile fare ipotesi precise sulle date.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963