Libero
TECH NEWS

Come condividere Amazon Prime Video

Condividere Amazon Prime Video è possibile e si può accedere alla piattaforma da 3 dispositivi in contemporanea senza costi aggiuntivi

condivisione amazon prime video Fonte foto: diy13 / Shutterstock

Lo stop alla condivisione delle password di Netflix, introdotto da fine maggio, ha cambiato gli equilibri nel settore dello streaming: servizi come Amazon Prime Video, anche con strategie di marketing specifiche, proveranno ora a sottrarre utenti a Netflix, piattaforma di riferimento del settore dello streaming, sia in Italia che nel resto del mondo.

Diventa di grande attualità, quindi, la possibilità di condividere Amazon Prime Video. Il servizio di streamingm in Italia è incluso in Amazon Prime, il piano d’abbonamento di Amazon che garantisce diversi vantaggi (a partire dalle consegne gratuite in un giorno). Per condividere Prime Video è, quindi, necessario condividere Amazon Prime.

È legale condividere Amazon Prime Video?

Esattamente come Netflix, almeno prima della stretta sulla condivisione delle password, Amazon Prime Video non ha mai ostacolato la condivisione dell’account, garantendo la possibilità di creare più profili utente e di accedere alla piattaforma con 3 dispositivi in contemporanea, a prescindere dalla posizione da cui avviene la connessione.

Le condizioni dell’abbonamento ad Amazon Prime chiariscono che i vantaggi dell’abbonamento (e quindi anche Amazon Prime Video) “non possono essere trasferiti né ceduti a terzi”. Non si farà, però, alcun riferimento diretto alla condivisione del servizio di streaming. In futuro, però, grazie anche a quanto indicato dalle condizioni di abbonamento, Amazon potrebbe adottare un blocco simile a quello di Netflix, introducendo un sistema di “nucleo domestico simile a quello che caratterizza gli account di Netflix.

Il caso Amazon Household

Negli USA, già da tempo, c’è un servizio ad hoc dedicato alla condivisione di Amazon Prime Video e di tutti i vantaggi di Amazon Prime (che per gli utenti americani costa 139 dollari all’anno contro i 49,99 euro all’anno in Italia). Si tratta di Amazon Household.

Con questo servizio è possibile condividere tutti i vantaggi di Prime e tutti i contenuti digitali legati ad un account Amazon (come gli eBook) una volta attivata l’iscrizione. Il programma permette la condivisione anche con i propri figli (per un massimo di altri 4 membri). Il servizio è gratuito. Per il momento, Amazon Household non è disponibile in Italia.

Quante persone possono usare Prime Video?

Ritorniamo al mercato italiano: in attesa di un regolamento che blocchi la condivisione, Amazon Prime Video è utilizzabile, di fatto, anche da utenti che non appartengono allo stesso nucleo familiare. Non esiste il concetto di “nucleo domestico” come avviene, invece, con Netflix. Bisogna, però, tenere conto delle regole della piattaforma: si può accedere a Prime Video da 3 dispositivi in contemporanea come limite massimo.

In più, è possibile guardare un contenuto da due dispositivi per volta. Questo limite è particolarmente rilevante per gli eventi in diretta che occasionalmente arricchiscono il catalogo di Prime Video. Ogni account, inoltre, può avere fino a 6 profili differenti, con cronologia di visione e suggerimenti personalizzati. Per creare un profilo è sufficiente cliccare sul nome dell’account (via web si trova in alto a destra) dopo aver effettuato il login e poi scegliere Aggiungi profilo.