Modem Router Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come configurare modem TIM

Hai appena sottoscritto un contratto Internet con TIM e non conosci i parametri tecnici della tua connessione? Li trovi in questa nostra guida

7 Gennaio 2019 - Hai da poco sottoscritto una nuova offerta TIM e, come previsto dalla delibera “Modem Libero” dell’AGCOM, hai deciso di utilizzare un vecchio modem router che avevi in casa? Nessun problema: se non sai come configurare modem TIM, ti basterà leggere il tutorial che segue per scoprire quali siano i parametri da impostare in caso di connessione ADSL, connessione fibra FTTC e connessione fibra FTTH.

Prima, però, è necessaria una breve introduzione “pratica” su cosa fare prima della configurazione e come accedere al router che hai in casa. Affinché la configurazione del modem TIM vada a buon fine dovrai prima collegarlo alla presa del telefono (in caso di connessione ADSL o fibra FTTC) o al terminale ottico (in caso di connessione fibra FTTH), collegarlo al PC via cavo Ethernet (per la prima configurazione è conveniente utilizzare una connessione con cavo anziché la connettività Wi-Fi) e collegarlo alla presa della corrente.

Terminata l’accensione, apri una finestra del browser che utilizzi solitamente e nella barra degli indirizzi inserisci la stringa 192.168.1.1 per accedere al pannello di controllo del modem router stesso. Si tratta dell’indirizzo IP del router “standard”, ma potrebbe accadere che il produttore abbia fatto altre scelte. Una breve ricerca sul web, utilizzando come parole chiave il modello di router in proprio possesso e “indirizzo IP” dovrebbe essere sufficiente per trovare l’esatta stringa da utilizzare per accedere al pannello di controllo del proprio dispositivo. 

 Nel caso non riuscissi a entrare nel pannello di controllo, verifica che sul fondo del modem non ci siano incollate etichette con maggiori informazioni o se sia presente un bigliettino nella scatola del device di rete. Se non riesci a trovare nulla, leggi questa guida su come trovare indirizzo IP del router e accedi al pannello. In ogni caso, si tratta di un procedimento molto semplice e, anche per i modelli meno diffusi, trovare la strada d’accesso al pannello di controllo sarà molto facile. 

Una volta individuato l’indirizzo giusto, si dovrà effettuare l’accesso inserendo un username ed una password. Di solito, i termini da inserire sono “admin” e “admin” oppure “admin” e “password”. Anche in questo caso, per individuare i termini giusti sarà sufficiente una veloce ricerca online oppure verificare la presenza di tali indicazioni sul fondo del modem o all’interno della scatola del dispositivo. 

Completati tutti i passaggi iniziali, sarai pronto a configurare modem TIM.

Parametri router ADSL TIM

Nel caso tu abbia sottoscritto un abbonamento ADSL, il modem deve supportare gli standard ADSL e ADSL 2+, così da non avere problemi in fase di configurazione e di navigazione. I parametri da impostare per configurare una connessione sempre attiva sono i seguenti:

  • USERNAME:numero_telefonico
  • PASSWORD:timadsl
  • PROTOCOLLO:PPPoE Routed (definito come RFC2516)
  • INCAPSULAMENTO:ATM LLC
  • NAT:attivo
  • VPI:8
  • VCI:35

Terminata la procedura di configurazione e salvate le modifiche apportate, non ti resta che riavviare il router, attendere che si colleghi correttamente alla linea ADSL e iniziare così a navigare.

Parametri router Fibra FTTC TIM

In caso di abbonamento a fibra FTTC (acronimo di Fiber to the cabinet, tipologia di connessione che sfrutta dorsali in fibra ottica sino all’armadio di strada per poi diramarsi in rame) il router deve supportare lo standard VDSL2 con spettro 8b e 17a (consigliabile il supporto dello spettro 35b). Una volta che hai la certezza della compatibilità del router, potrai entrare nel pannello di gestione e impostare la connessione con questi parametri:

  • USERNAME: numero_telefonico
  • PASSWORD: timadsl
  • PROTOCOLLO: PPPoE Routed (definito come RFC 2516)
  • INCAPSULAMENTO: PTM
  • NAT: attivo
  • VLAN: 835

Anche in questo caso, dopo aver inserito tutti i parametri come nello specchietto precedente, salva le modifiche e riavvia il router affinché la configurazione router TIM diventi effettiva.

Parametri router Fibra FTTH TIM

Se a casa o in ufficio hai la Fibra TIM con tecnologia FTTH (acronimo di Fiber to the home), l’ex monopolista di stato di fornirà una terminazione ottica (chiamata ONT, Optical Network Termination) con la quale potrai connetterti direttamente al router fibra che hai acquistato. Affinché la configurazione vada a buon fine, è necessario che l’apparato di rete abbia una interfaccia di rete WAN di tipo Gigabit Ethernet Full-Duplex Auto-Sensing e su essa è necessario il supporto del protocollo Ethernet 802.1q.

Per configurare il modem fibra TIM dovrai impostare questi parametri:

  • USERNAME: numero_telefonico
  • PASSWORD: timadsl
  • PROTOCOLLO: PPPoE Routed (definito come RFC 2516)
  • INCAPSULAMENTO: VLAN Ethernet 802.1q
  • NAT: attivo
  • VLAN: 835

Configurazione Servizi Voce (VoIP) con tecnologia FTTC e FTTH

Per poter utilizzare i servizi Voce sfruttando la modalità VoIP con una connessione di tipo FTTC oppure FTTH è necessario configurare il servizio VoIP sul proprio dispositivo. Per completare tale configurazione, è necessario richiedere a TIM l’invio dei dati che identificano la propria linea telefonica. 

Il primo passo da compiere è rappresentato dall’accesso all’area privata MyTIM dove si dovrà aprire una Segnalazione nell’ambito Internet specificando come richiesta Parametri TIM per modem generico ed indicando un numero di cellulare in proprio possesso.

In breve tempo, TIM provvederà ad inviare un SMS al numero in questione con tutti i parametri da inserire per la configurazione dei servizi Voce con tecnologie FTTC e FTTH. Tali parametri sono specifici per ogni linea telefonica. Considerando che i dati da inserire sono, di fatto, dati sensibili l’utente può richiederne l’invio esclusivamente sfruttando la connessione ad Internet relativa alla linea TIM da configurare. 

Da notare, inoltre, che alcuni dispositivi potrebbero richiedere informazioni aggiuntive al momento della configurazione dei servizi Voce. Ecco l’elenco dei dati che potrebbero essere richiesti: 

  • SIP Domain : telecomitalia.it
  • SIP Protocol : UDP Port 5060
  • Expire Time : Minimo 86400 secondi
  • Codec obbligatori supportati: G.729, G.711 A-law
  • Codec opzionale: G.722
  • Gestione Fax e POS supportata con protocollo G.711 A-law e T.38
  • Packetization Time: 20ms
  • Supporto toni DTMF: RFC 2833 / RFC 4733
  • DSCP Marking: 40 (dec)
  • VAD (Voice Activity Detection): disabilitato 
  • Supporto 100rel (messaggio PRACK) secondo RFC3262: abilitato
  • Supporto UPDATE, secondo RFC3311: abilitato

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963