Libero
HOW TO

Come pulire la porta USB se il cellulare non si ricarica

I primi elementi da evitare quando si puliscono le apparecchiature elettroniche sono: acqua, detergenti e strumenti metallici appuntiti

Quante volte ci è capitato di provare a caricare la batteria del telefono, senza riuscirci? Chi è dotato di spirito di osservazione, sicuramente avrà notato che questo inghippo si presenta molto spesso su dispositivi vecchiotti, ossia che hanno accumulato almeno un paio di anni di onorato servizio. In effetti a non funzionare è proprio la porta USB perché potrebbe essere piena di polvere e sporco.

La porta USB ha una funzione molto importante: consente di ricaricare la batteria del telefono. Ma essendo una porta e dovendo ospitare il connettore del caricatore (il cavo all’interno dello spinotto) si presta a essere anche il luogo preferito dalla polvere che trova spazio a sufficienza per depositarsi. Formando però un vero e proprio tappo che impedisce allo spinotto del connettore di agganciarsi ai sensori della porta e creare il collegamento necessario per la ricarica della batteria dello smartphone, del tablet o di qualunque dispositivo elettronico dotato di porta USB. Tanto è vero che, assai spesso, il collegamento e la ricarica "traballano": basta toccare un po’ il cavo per interrompere il passaggio dell’energia elettrica e ciò è dovuto proprio allo sporco. Ma possiamo risolvere facilmente questo problema procedendo con un’accurata pulizia di porta USB e connettore.

Come pulire la porta USB

I primi elementi da evitare quando si puliscono le apparecchiature elettroniche sono: acqua, detergenti e strumenti appuntiti.

Un ottimo sistema per pulire le sottili fessure di ogni apparecchio elettronico, inclusa la porta USB consiste nel soffiare aria compressa magari da una bomboletta. La pressione dell’aria non rovinerà la porta USB ma toglierà via la polvere e lo sporco. Su amazon si trovano diverse bombolette del genere e costano molto poco.

Bomboletta Spray Aria Compressa

Bomboletta Spray Aria Compressa

Il procedimento è semplice: posizionare l’ugello della bomboletta davanti la porta USB e spruzzare l’aria compressa a più riprese. Evitare di soffiare nella porta USB perché oltre all’aria potremmo introdurre anche piccolissime particelle di saliva.

Come rimuovere lo sporco ostinato dalla porta USB

Se la porta USB è bloccata da un tappo di sporcizia che non riusciamo a togliere, allora è preferibile chiedere aiuto a un professionista poiché ogni strumento potrebbe danneggiare i connettori interni arrivando a piegarli.

A chi ha la mano molto ferma consigliamo di usare uno stuzzicadenti in legno oppure acquistare strumenti per la pulizia delle porte USB. In ogni caso mai usare oggetti metallici appuntiti, come spille, aghi o piccoli cacciavite: il cortocircuito è sempre dietro l’angolo.

Come evitare che lo sporco entri nella porta USB

La porta USB va protetta usando dei tappi che possano essere chiusi all’occorrenza. Ricordiamo che moltissimi modelli di cover ne sono dotati e quindi il consiglio è di scegliere o dei tappi da applicare manualmente o di acquistare una buona cover che protegga la porta USB.

Tappi anti polvere – Porta USB-C

Tappi anti polvere – Porta USB-C

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963