Libero
HOW TO

Cosa fare se si dimentica la password di sblocco Android

Nel caso di password di sblocco dimenticata su Android non resta che procedere con un rest delle impostazioni di fabbrica

password sblocco dimenticata android Fonte foto: Tero Vesalainen

La password di sblocco è uno dei sistemi di sicurezza degli smartphone Android. Si tratta di una sequenza oppure di un codice numerico che consente di sbloccare il dispositivo, in modo da poter accedere a tutte le funzioni. Grazie alla password di sblocco è possibile impedire l’utilizzo dello smartphone a utenti non autorizzati dal proprietario del dispositivo.

Può capitare di dimenticare la password di sblocco dello smartphone Android. Si tratta di una situazione tutt’altro che rara, soprattutto quando si prova ad accendere un vecchio smartphone. In questo caso, ci sono varie opzioni da seguire per poter accedere al dispositivo.

Ecco, quindi, cosa fare per risolvere il problema della password di sblocco dimenticata con Android:

Provare un sistema di sblocco alternativo

La quasi totalità degli smartphone Android ha un sistema di sblocco alternativo come la scansione dell’impronta o il riconoscimento facciale. Se questo sistema è stato attivato, lo smartphone può essere sbloccato anche senza inserire la password (che, però, potrebbe essere obbligatoria alla riaccensione del dispositivo).

Una volta effettuato l’accesso con un sistema di sblocco alternativo, conviene effettuare un backup dei dati e procedere con il ripristino delle impostazioni di fabbrica: una volta formattato lo smartphone, infatti, sarà possibile scegliere una nuova password di sblocco in modo da utilizzare liberamente il proprio smartphone Android.

C’è anche la possibilità di sbloccare lo smartphone Android con Smart Lock in modo da accedere con maggiore semplicità, ma sempre in sicurezza, ai propri dati.

Resettare il telefono da un altro dispositivo

Una volta dimenticata la password di sblocco di Android, nel caso in cui non ci sia un sistema alternativo valido, non resta che procedere con il reset e il ripristino dei dati di fabbrica. Formattare lo smartphone è possibile anche quando la password di sblocco è stata dimenticata.

Quest’operazione può avvenire da un altro dispositivo a cui si è collegati con lo stesso account Google utilizzato sullo smartphone bloccato.

Per completare l’operazione è necessario che lo smartphone da resettare sia:

  • collegato all’alimentazione
  • collegato ai dati mobili o al Wi-Fi
  • abbia eseguito l’accesso a un Account Google
  • abbia Trova il mio dispositivo attivo
  • sia visibile su Google Play

A questo punto, bisogna collegarsi ad Android.com/find da un qualsiasi browser web, effettuare l’accesso al proprio account Google e selezionare il dispositivo da resettare, scegliendo l’opzione Resetta Dispositivo.

Resettare il telefono con i tasti fisici

C’è un altro modo più semplice per resettare il telefono Android: una volta spento il telefono, basta premere la combinazione di tasti fisici stabilita dal produttore per avviare il reset. Ogni produttore segue una sequenza ben precisa che può cambiare anche in base al modello.

Ad esempio, gli smartphone Samsung bisogna premere Volume Su e tasto d’accensione e spegnimento seguendo poi le indicazioni a schermo per avviare il factory reset. Maggiori dettagli possono essere ottenuti contattando l’assistenza del produttore dello smartphone.

Solo con i vecchi smartphone Android (con Android 4.4 KitKat o versioni precedenti) c’è la possibilità di scegliere l’opzione Sequenza dimenticata dopo aver inserito più volte una sequenza sbagliata, andando così a reimpostare la password di sblocco senza dover resettare il telefono.  al processo.

TAG: