Libero
amazon prime day 2021 Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Cosa sono gli "Inviti" su Amazon

A mali estremi, estremi rimedi: ecco come Amazon ha intenzione di contrastare l'azione degli sciacalli che usano i bot per fare incetta di prodotti da rivendere a prezzo maggiorato

Il problema, scandaloso, degli sciacalli che fanno incetta di PlayStation 5 e Xbox Series X|S su Amazon (ma anche altrove) non è affatto risolto e l’ultimo tentativo per risolverlo lo sta facendo proprio Amazon, che ha appena introdotto in USA una nuova forma di acquisto: quello “su invito“.

Chi prova a comprare una console next gen su Amazon.com, infatti, a breve troverà un nuovo tasto: al posto di “Add to Cart" o “Buy now" ci sarà infatti “Request invitation“. Cioè “richiedi un invito“. La società ha dichiarato a TechCrunch che lo scopo della nuova opzione è quello di aiutare a prevenire la carenza di scorte e l’aumento dei prezzi causato, su prodotti ad alta domanda ma scarsa offerta (come le nuove console da gioco), dall’azione dei bot comandati dai cosiddetti “scalper. Amazon afferma che il suo obiettivo è garantire che solo clienti in carne ed ossa siano in grado di acquistare questo tipo di prodotti e, molto probabilmente, si tratta di un esperimento che, se andrà a buon fine, diventerà un vero e proprio nuovo modo di comprare su Amazon.

A cosa servono gli inviti Amazon

Il problema da risolvere è semplice: ogni volta che vengono messi in commercio un tot di esemplari di console PS5 o Xbox Series X|S tutti gli esemplari vengono comprati nel giro di pochi minuti, ma non da esseri umani: si tratta, al contrario, di bot, cioè di programmi informatici che simulano l’azione di un compratore reale aprendo la pagina di vendita, cliccando su “Compra" e pagando con una carta di credito.

Poiché il bot è molto più veloce di qualunque umano, è chiaro che la gran parte dei prodotti viene comprata dai bot e non dagli umani. L’idea del meccanismo ad invito, quindi, è proprio quella di aggiungere del tempo, affinché anche gli umani possano comprare le console.

Tutti i prodotti comprati dai bot, poco dopo, tornano su Amazon o su altri ecommerce a prezzi assurdi: si tratta di vere e proprie truffe, con le console che nel momento di richiesta più alto sono arrivate a toccare persino i 10.000 dollari di prezzo.

Come funzionano gli inviti Amazon

Il meccanismo è abbastanza semplice, proprio come il problema che vuole risolvere. Anche un bot può fare clic su “Richiedi un invito“, ma facendolo non impedisce ad un umano di chiedere a sua volta lo stesso invito. Mentre i prodotti sono in numero limitato, infatti, gli inviti sono illimitati.

Se arrivano 10.000 o più richieste di invito da uno stesso indirizzo, o con caratteristiche simili, Amazon ha la possibilità di capire che si tratta di bot e scartare quei tentativi di acquisto.

Se il tentativo di acquisto proviene da un umano, invece, allora Amazon può effettivamente decidere di vendergli il prodotto. Magari stilando una graduatoria di potenziali acquirenti, in base al momento in cui hanno richiesto l’invito. L’utente reale che viene selezionato come “vincitore" riceve una email attraverso la quale può procedere, entro un determinato lasso di tempo, al pagamento per finalizzare l’acquisto.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963