Libero
microsoft intelligenza artificiale Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

E' ufficiale: Microsoft punta forte sull'AI

L’intelligenza artificiale diventerà parte integrante di Azure OpenAI grazie alle funzionalità offerte da ChatGPT

Microsoft si appresta ad ampliare le potenzialità di Azure OpenAI, la sua soluzione cloud che offre funzionalità di intelligenza artificiale per le aziende, rendendo disponibile ChatGPT direttamente sulla piattaforma ad un pubblico più ampio.

La notizia è stata resa pubblica tramite un post di Eric Boys, Corporate Vice Presidente di AI Platform, che ha spiegato che "una versione migliorata di GPT-3.5", sarà disponibile per gli abbonati al servizio di Microsoft. Inoltre, non bisogna dimenticare che Azure OpenAI, offre anche l’accesso ad altri modelli di AI come Codex e DALL-E 2. Quest’ultimo è in grado di creare immagini con una semplice descrizioni fatte con le parole.

E a confermare la notizia ci ha pensato con un tweet Satya Nadella, CEO di Microsoft, "ChatGPT arriverà presto nel servizio Azure OpenAI per aiutare i clienti ad applicare i modelli di intelligenza artificiale più avanzati al mondo alle proprie esigenze aziendali". Lo stesso Nadella, in convegno organizzato dal Wall Street Journal, ha spiegato che "Azure diventerà il luogo per chiunque pensi all’intelligenza artificiale", e questo non sarà a disposizione solo per le aziende, ma anche per gli utenti finali.

ChatGPT: Microsoft c’ha visto lungo

L’aggiunta di ChatGPT ad Azure è il risultato della partnership che Microsoft ha attualmente con OpenAI. Come risaputo i vertici dell’azienda di Redmond hanno deciso nel 2019 di investire 1 miliardo di dollari nella società fondata da Elon Musk e Sam Altman. Ora, il gigante della tecnologia vuole alzare la posta e, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe pronto a mettere sul piatto altri 10 miliardi di dollari.

E se Microsoft decide di mettere sul piatto una cifra del genere vuole dire che ha grandi aspettative che tale esborso porti in seguito a entrate quanto meno raddoppiate rispetto all’investimento. Infatti l’integrazione di ChatGPT in Azure OpenAI significherebbe una grande crescita per il servizio.

ChatGPT sta riscuotendo un enorme successo, come dimostra il milione di utenti che è riuscita a raccogliere in meno di una settimana dal suo lancio avvenuto il 30 novembre 2022.

ChaGPT dentro Microsoft 365

ChatGPT, inoltre, non sarà solo integrata in Azure. Microsoft ha dichiarato che utilizzerà ChatGPT per migliorare la funzionalità di alcune delle sue piattaforme di produttività, tra cui Microsoft 365 (ex Office 365) e Teams. In particolare, Microsoft spera di utilizzare ChatGPT per aiutare gli utenti a generare automaticamente testo, come ad esempio email e documenti, e per migliorare la funzione di ricerca all’interno del suo motore di ricerca Bing.

Una cosa che di certo non lascerà indifferente Google, che prevedibilmente troverà una soluzione alternativa a ChatGPT, ma sempre basata sull’intelligenza artificiale. Non a casa nella Silicon Valley stanno spuntando come funghi nuove startup che costruiscono tutto il loro business sullo sviluppo di applicazioni basate sull’intelligenza artificiale, nella speranza di essere poi acquistate a suon di miliardi da qualcuna delle Big del mercato.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963