confronto-s8 Fonte foto: Nadir Keklik / Shutterstock.com
ANDROID

Galaxy Note 8, Galaxy S8+, Galaxy S8, quale scegliere?

Con la presentazione del Galaxy Note 8, Samsung ha aggiornato tutti i suoi top di gamma. Ecco i consigli da seguire per scegliere tra Galaxy S8, S8+ e Note 8

La rivoluzione è completa. In soli cinque mesi Samsung ha completamente cambiato faccia ai suoi smartphone top di gamma, portando anche una ventata di novità all’interno del mondo della telefonia. Tanto è passato dall’uscita del Galaxy S8 e S8+ (marzo 2017) alla presentazione del Galaxy Note 8 (agosto 2017).

Samsung ha puntato tutto sul design, cambiando profondamente faccia ai suoi device. Ha mantenuto alcune caratteristiche, come la curvatura dello schermo sui bordi, ma ha completamente cambiato tutto il resto. Sensore per le impronte digitali spostato nella parte posteriore, cornice superiore e inferiore praticamente nulla e sensore per utilizzare la scansione dell’iride o il riconoscimento del volto per sbloccare lo smartphone. Un design completamente rivisto, con l’unicità dell’Infinity Display, il nuovo schermo con formato d’immagine 18,5:9, pensato appositamente per usufruire al meglio di serie tv e videogame.

Tutte e tre gli smartphone hanno queste caratteristiche in comune e segnano un confine con tutti gli altri device dell’azienda sudcoreana. Scegliere tra Galaxy S8, Galaxy S8+ e Galaxy Note 8 non è semplice: sebbene abbiano un design molto simile, ogni smartphone ha le sue peculiarità. Per questo motivo, prima di passare all’acquisto è necessario conoscere la scheda tecnica di tutti e tre i dispositivi per riuscire a confrontarli al meglio e capire quale risponde al meglio alle proprie necessità. Ecco un confronto tra Samsung Galaxy S8, Galaxy S8+ e Galaxy Note 8.

Caratteristiche tecniche Galaxy S8, S8+ e Galaxy Note 8

Per fare un confronto tra smartphone non si può che partire dalle caratteristiche tecniche. Anche se in questo caso si tratta di tre device abbastanza simili.

Partiamo dall’ultimo dispositivo lanciato sul mercato: il Galaxy Note 8. Il nuovo phablet top di gamma di Samsung monta un chipset Exynos 8895, supportato da 6GB di RAM e da 64GB di memoria interna. La memoria si può espandere fino a 2TB con una scheda microSD.

Il Samsung Galaxy S8+ monta lo stesso SoC, l’Exynos 8895 supportato da 4GB di RAM e da 64GB di memoria interna, espandibile con una microSD fino a 2TB.

Il Samsung Galaxy S8 ha le stesse caratteristiche della versione Plus: chipset Exynos 8895 supportato da 4GB di RAM e fa 64GB di memoria interna espandibile con una microSD fino a 2TB.

Schermo ed ergonomia

Le dimensioni fanno la differenza. Soprattutto quando si tratta di smartphone. Oramai è stato sdoganato il fatto che i top di gamma debbano avere almeno uno schermo da 5,5 pollici. Samsung è andata oltre, e grazie all’Infinity Display è riuscita ad aumentare le dimensioni dello schermo, restringendo quelle dello smartphone. Il merito è tutto del nuovo design e della mancanza delle cornici. Logicamente sia il Note 8, sia il Galaxy S8 e S8+ montano un schermo Infinity display, ma dalle dimensioni diverse.

Partiamo dal più piccolo, dal Samsung Galaxy S8. Il device monta uno schermo con una diagonale da 5,8 pollici con risoluzione 2960 x 1440 pixel e 570ppi. Il Galaxy S8+, invece, ha uno schermo con una diagonale da 6,2 pollici con risoluzione 2960 x 1440 pixel e 529ppi. Infine, il Galaxy Note 8 ha un display con una diagonale da 6,3 pollici e una risoluzione 2960 x 1440 pixel con 522ppi.

Per quanto riguarda l’ergonomia, tutte e tre gli smartphone offrono una buona presa, ma il migliore è probabilmente il Galaxy S8, che grazie alle dimensioni più ridotte permette di raggiungere con maggiore facilità il lettore per le impronte digitali posto nella parte posteriore.

Comparto fotografico

La grande differenza tra il Note 8 e il Galaxy Note 8 è il comparto fotografico. Per la prima volta Samsung ha montato su un proprio smartphone una doppia fotocamera posteriore e lo ha fatto proprio sul Galaxy Note 8.

E partiamo proprio da quest’ultimo per analizzare le caratteristiche del comparto fotografico. Il Galaxy Note 8 monta una doppia fotocamera posteriore da 12 Megapixel. Entrambi i sensori sono stabilizzati, ma presentano delle differenze. Il primo obiettivo è un grandangolare da 24mm, mentre il secondo un teleobiettivo. Grazie alle due lenti è possibile scattare immagini con l’effetto bokeh. I filmati, invece, vengono registrati con una risoluzione fino a 4K. La fotocamera anteriore è da 8 Megapixel.

Il Samsung Galaxy S8 e il Galaxy S8+ condividono lo stesso comparto fotografico. Nella parte posteriore troviamo un obiettivo da 12 Megapixel con stabilizzatore ottico e che registra video con una risoluzione fino a 4K. Nella parte anteriore, invece, la fotocamera è da 8 Megapixel.

Batteria e accessori

Una caratteristica da non sottovalutare è la batteria. Tutti e tre gli smartphone hanno un comparto tecniche molto potente e che richiede abbastanza energia per funzionare. Il Galaxy S8 monta una batteria da 3,000mAh, mentre il Galaxy S8+ una batteria da 3,500mAh. Per il Galaxy Note 8, Samsung ha fatto una scelta molto particolare, montando una batteria 3,300mAh. Più piccola rispetto alla versione Plus del Galaxy S8, nonostante una scheda tecnica migliore. Probabilmente l’azienda coreana ha realizzato un grande lavoro sotto il punto di vista dell’ottimizzazione tra la parte hardware e quella software.

Per quanto riguarda gli accessori, il Galaxy Note 8 ha una particolarità che gli altri due smartphone non hanno: la SPen. Il pennino, caratteristica unica della serie Note, impreziosisce il device e aumenta le cose che si possono fare con lo smartphone. Ad esempio, è possibile scoprire il significato delle parole straniere avvicinando semplicemente la SPen allo schermo o si possono disegnare delle GIF animate sullo schermo e inviarle ai propri amici.

Prezzo

Per quanto riguarda i prezzi è necessario fare delle distinzioni: tra quello segnalato sul sito Internet di Samsung e lo street price le differenze possono essere anche di 100-200 euro. Ma per questa guida prenderemo come riferimento i prezzi segnalati dall’azienda sudcoreana sul proprio sito internet.

Per acquistare il Galaxy S8 è necessario sborsare 829 euro, mentre il prezzo del Galaxy S8+ è di 929 euro. Con il Galaxy Note 8, Samsung è arrivata per la prima volta a sfiorare i 1000 euro. Lo smartphone, infatti, costa 999 euro.

Quale smartphone scegliere

E ora arriviamo alla parte più difficile. Quella di decidere quale è il migliore. Senza paura di essere smentiti, possiamo dire che il migliore è sicuramente il Galaxy Note 8, soprattutto per le caratteristiche tecniche. Oltre a montare 6GB di RAM ha anche una doppia fotocamera posteriore, caratteristiche che gli altri due device non hanno. Soprattutto i 6GB di RAM assicurano prestazioni elevate senza nessun tipo di compromesso e con la possibilità di utilizzare moltissime applicazioni contemporaneamente. La SPen, inoltre, permette di interagire con lo schermo in modo innovativo e utilizzando delle funzionalità speciali. L’unica pecca è la batteria, forse un po’ limitata per i componenti interni del device. Se non si hanno problemi di budget e si è alla ricerca dello smartphone migliore, la scelta non può che ricadere sul Galaxy Note 8.

Se invece, si ritiene lo schermo del Note 8 troppo ingombrante, si può optare per il Galaxy S8. Le prestazioni sono leggermente inferiori, ma permettono comunque di utilizzare lo smartphone con qualsiasi tipo di applicazione. E sotto il profilo dei soldi, si risparmiano 170 euro che possono sempre far comodo.

Contenuti sponsorizzati