schermo-mac Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Gli errori da evitare quando si pulisce un Mac

Non bisogna mai utilizzare un prodotto ad hoc per pulire lo schermo del Mac: basta un po’ di acqua distillata e dell’aceto di vino bianco

Si spendono centinaia di euro per acquistare un computer, ma poi non si pensa alla manutenzione ordinaria: ovvero alla pulizia della tastiera, del mouse e dello schermo. Può sembrare inutile, ma non è così. Avere un PC pulito, comprese le periferiche, permette di migliorare le prestazioni e di lavorare meglio.

Questo vale anche per i Mac. I computer di casa Apple hanno nello schermo uno dei loro punti di forza: grazie al display Retina le qualità delle immagini è sempre molto elevata, ma senza la necessaria pulizia, a lungo andare, si avranno dei problemi. Pulire lo schermo del Mac è un’azione molto semplice e che fa perdere al massimo cinque minuti, ma le persone che lo fanno si possono contare sulle dita di una mano. Inoltre, non è necessario spendere grandi cifre: acquistare i prodotti ad hoc per gli schermi LCD è in realtà un errore. Per pulire lo schermo di un Mac basta molto semplicemente un panno in microfibra, dell’acqua distillata e dell’aceto di vino bianco.

I computer dell’azienda di Cupertino, a seconda di quando sono stati prodotti, hanno due tipi differenti di schermo LCD. Quelli prodotti prima del 2011 presentano una protezione in vetro, mentre quelli più recenti hanno una semplice pellicola di plastica a difesa dello schermo LCD. A seconda del modello che si ha a casa, il procedimento per la pulizia dello schermo è leggermente differente, ma gli strumenti da utilizzare sono gli stessi.

Come pulire lo schermo del Mac

Prima di pulire lo schermo del proprio PC è necessario preparare la strumentazione necessaria: due panni in microfibra, dell’acqua distillata e dell’aceto di vino bianco distillato. Il primo passaggio prevede la pulizia completa dello schermo con un panno in microfibra asciutto. Non bisogna fare troppa pressione sullo schermo, altrimenti potrebbe causare dei danni alla protezione di plastica presente davanti al display LCD. Completato questo passaggio bisognerà controllare se sono presenti degli aloni. Se il panno di microfibra non ha tolto tutto lo sporco, si dovrà prendere il secondo panno, bagnarlo con l’acqua distillata e passarlo sulle zone poco pulite. Portata a termine anche la seconda fase, sarà necessario fare un ultimo controllo per verificare se tutto è pulito. In caso di sporco ulteriore, bisognerà bagnare il secondo panno con una soluzione composta dal 75% di acqua distillata e 25% di aceto. Passando il panno sullo sporco residuo, lo schermo sarà finalmente pulito.

Come pulire lo schermo del Mac (modello del 2011 o precedente)

Pulire lo schermo dei Mac con la protezione in vetro è leggermente più complicato. Può capitare che la tecnica vista in precedenza non tolga tutte le macchie presenti sul display. In casi del genere bisognerebbe portare il computer in un Apple Store e chiedere la pulizia competa del device. Se i negozi Apple sono troppo lontani, è possibile pulire la parte posteriore dello schermo a casa, ma bisognerà fare molta attenzione. Saranno necessari dei guanti e due piccole ventose.

Il primo passaggio da fare è infilarsi i guanti e mettere le ventose sui due angoli superiori dello schermo. A questo punto si dovrà sollevare delicatamente il vetro, facendo attenzione ai perni presenti nella parte superiore del Mac. Una volta smontato il pannello, lo si dovrà poggiare su una superficie piana, facendo attenzione a non graffiare il vetro. Per pulire lo schermo, basterà il panno di microfibra, l’acqua distillata e l’aceto bianco distillato. Una volta tolti tutti gli aloni, bisognerà asciugare il vetro e togliere con il compressore la polvere. A questo punto sarà possibile rimettere il vetro a protezione dello schermo LCD.

Contenuti sponsorizzati