Libero
tesla bot Fonte foto: Tesla / YouTube
TECH NEWS

I Tesla Bot fanno progressi: cosa sanno fare adesso

Tesla pubblica un aggiornamento su Optimus, il robot umanoide annunciato nel 2021: adesso sa fare molte più cose, ma sembra ancora indietro rispetto alla concorrenza

Giuseppe Croce Giornalista

Peppe Croce, giornalista dal 2008, si occupa di device elettronici e nuove tecnologie applicate al mondo automotive. È entrato in Libero Tecnologia nel 2018.

Con un video pubblicato su YouTube Tesla, l’azienda di Elon Musk che produce auto elettriche, ha mostrato gli ultimi progressi di Optimus, il suo robot umanoide che il grande pubblico ha da tempo ribattezzato “Tesla Bot“. Optimus è stato annunciato per la prima volta ad agosto 2021, nel corso del Tesla AI Day, ma all’epoca Elon Musk fece salire sul palco, al posto di un robot, un ballerino.

Poi Optimus tornò all’AI Day 2022 e stavolta c’era veramente. Ma era ancora un grezzo prototipo, ben lontano dai livelli raggiunti da Atlas, il robot umanoide di Boston Dynamics che, al momento, sembra essere l’azienda più avanti nello sviluppo di questa tecnologia.

Ora Optimus si fa nuovamente vivo, seppur in video, per mostrare al mondo i progressi fatti e a che punto è Tesla in questo settore, che molti ritengono importante almeno quanto quello dell’intelligenza artificiale.

Cosa può fare Optimus adesso

Innanzitutto Optimus ora cammina, in modo autonomo, e a passo abbastanza spedito. Riesce anche a dosare in modo molto preciso la forza, tanto da riuscire a toccare un uovo senza romperlo.

Poi Optimus ci vede e capisce l’ambiente che lo circonda: grazie all’intelligenza artificiale, la stessa usata nei sistemi di guida autonoma Autopilot delle auto Tesla, Optimus riconosce gli oggetti e le strade mentre cammina, può scegliere di seguirne una o l’altra, riesce a creare una mappa del percorso e a ricordarla.

Inoltre, Optimus può imparare da una dimostrazione effettuata da un umano che indossa dei sensori e degli acceleratori: l’umano compie dei gesti, il robot li memorizza e li ripete. Riesce anche a prendere degli oggetti e a metterli in dei contenitori.

Tesla Optimus: come è fatto

Tesla Optimus è un robot umanoide di 73 chili di peso, è alto 1,73 metri, dotato di una batteria da 2,3 kWh, connessione WiFi ed LTE, con 28 attuatori e 11 gradi di movimento.

L’obiettivo di Tesla è quello di renderlo in grado di muoversi autonomamente in tutti i modi in cui si muove normalmente un uomo, di prendere e spostare oggetti pesanti. Il tutto, però, senza avere forza e capacità sufficienti a mettere in pericolo gli esseri umani e, soprattutto, con un costo di produzione entro i 20 mila dollari.

Meglio Optimus o Atlas?

A guardare i video pubblicitari, che come tutte le pubblicità un po’ mentono sempre, oggi il robot Atlas di Boston Dynamics è nettamente avanti rispetto a Tesla Optimus: si muove molto più velocemente, riesce a correre oltre che a camminare, salta, fa capriole, trasporta carichi con facilità

Il robot di Boston Dynamics è così avanti rispetto alla concorrenza che in molti dubitano che i video in cui si vedono esemplari di Atlas che saltano, ballano, fanno parkour, siano veri al 100%.

Boston Dynamics, per correttezza, a volte pubblica anche dei video “dietro le quinte” in cui si vedono i suoi robot che, nel tentativo di fare qualcosa, sbagliano.

TAG:

Libero Annunci

Libero Shopping