Libero
huawei mate 40 pro plus Fonte foto: Huawei
ANDROID

Il nuovo Huawei Mate 50 avrà un chip vecchio

Il prossimo smartphone Huawei di fascia alta sarà tutto nuovo fuori ma con un’anima vecchia e senza supporto alle reti 5G

Il produttore cinese Huawei continua a soffrire di tutte le conseguenze legate al ban imposto dagli Stati Uniti e alle relative restrizioni che ne sono scaturite, situazione che ha costretto uno dei principali produttori di smartphone a livello globale e rivedere i propri piani e a concentrare i propri sforzi su altri settori tecnologici.

Nonostante la creazione del proprio sistema operativo HarmonyOS per alimentare l’intero ecosistema di dispositivi smart che continuamente vengono presentati e nonostante il rafforzamento della presenza nel settore dell’informatica, grazie a notebook e monitor molto interessanti, caratterizzati da un rapporto qualità-prezzo molto buono, Huawei non vuole sparire dalla scena degli smartphone e si appresta a presentare un nuovo smartphone che, purtroppo, è lo specchio di tutta la situazione attuale: Huawei Mate 50, secondo i rumor, sarà tutto nuovo fuori ma avrà un chip piuttosto datato e senza 5G.

Huawei Mate 50: chip vecchio

Secondo recenti indiscrezioni, il colosso cinese è in procinto di presentare la nuova serie Huawei Mate 50, attesa già qualche mese fa e storicamente destinata a rappresentare il segmento premium del brand. Gli affezionati del marchio, tuttavia, potrebbero rimanere delusi dal fatto che il primo smartphone di questa serie potrebbe ospitare un chip presentato da Qualcomm nella prima parte del 2021.

Il chip che viene indicato da più fonti come cuore pulsante di questo atteso smartphone è lo Snapdragon 888 di Qualcomm, nella sua variante 4G: è infatti noto, ai più, che una delle restrizioni conseguenti al ban riguarda la sfera del 5G, tecnologia che i nuovi prodotti dell’azienda non possono implementare a bordo, se non after market (e Huawei sta correndo ai ripari, proponendo, grazie ad accordi con partner terzi, cover che aggiungono il supporto al 5G ai propri smartphone).

Per conoscere un nuovo SoC marchiato HiSilicon, ovvero la divisione Huawei che si occupa dello sviluppo delle piattaforme hardware in silicio, probabilmente bisognerà attendere il Mate 50 Pro che potrebbe ospitare il nuovo HiSilicon Kirin 9000S: il motivo di questa esclusiva sarebbe legata a problemi di approvvigionamento e al conseguente stock limitato

Huawei Mate 50: un vero top gamma

Tornando al Huawei Mate 50, chip datato a parte, lo smartphone dovrebbe essere dotato di uno schermo OLED da 6,38 pollici, con risoluzione Full HD+ e frequenza di aggiornamento a 120 Hz, realizzato dalla cinese BOE. Con un pannello di tali dimensioni il Mate 50 sarebbe un top di gamma compatto.

Per quanto concerne il comparto fotografico, in seguito agli accordi presi con Xiaomi, Leica non comparirà più come partner nella co-ingegnerizzazione: Huawei Mate 50 dovrebbe comunque contare su un comparto basato su una tripla fotocamera da 50 MP e godere delle novità introdotte dalla nuova divisione X Mage di Huawei, specializzata in fotografia da smartphone.

Tra le altre specifiche, Huawei Mate 50 dovrebbe offrire 8 GB di memoria RAM e 128 o 256 GB di spazio di archiviazione e dovrebbe eseguire il recente HarmonyOS 3.

Non è chiaro quando lo smartphone arriverà sul mercato e se uscirà dai confini cinesi: la certificazione 3C ricevuta recentemente, suggerisce che il lancio potrebbe essere imminente in Cina.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963