Libero
Bluetti lavori per pannelli solari Fonte foto: Bluetti
TECH NEWS

Indipendenza energetica e fonti rinnovabili contro il caro bollette: i consigli di Bluetti per vivere off-grid

Il prezzo dell’energia elettrica continua a salire e mette in difficoltà le famiglie ma c’è una soluzione: risparmiare grazie alle fonti rinnovabili aspirando all’indipendenza energetica. I consigli di Bluetti

In piena crisi energetica, nel momento in cui non si parla di altro che della necessità di ridurre i consumi e del razionamento dell’energia elettrica, l’indipendenza energetica è una valida alternativa alla rete elettrica nazionale per una serie di motivi. Innanzitutto il risparmio, ma anche la certezza di provvedere al proprio fabbisogno energetico in autonomia.

Bollette sempre più care e l’incubo di trovarsi senza energia elettrica nel momento in cui se ne ha più bisogno fanno da scenario ad una crisi senza precedenti che si abbatte sulle famiglie italiane. C’è, però, una soluzione: l’indipendenza energetica dalla rete elettrica nazionale, facendo ricorso alle rinnovabili e ai dispositivi di accumulo. E sono sempre di più coloro che si stanno muovendo in questa direzione.

Cosa significa essere off-grid

Sono sempre più numerose le famiglie italiane desiderose di poter essere off-grid. Sono quelle che scelgono il distacco totale dalla rete elettrica nazionale – o almeno un allontanamento – attraverso un utilizzo minore dell’elettricità a favore di altre forme di energia. Tornano così protagoniste le fonti di energia rinnovabile, con un impatto favorevole sulle bollette. Si riducono i consumi, si riduce la spesa.

Ma non solo: l’off-grid è anche una scelta green. Si riduce infatti la propria impronta sull’ambiente e si lascia un mondo migliore alle generazioni future. Scegliere l’off-grid significa, infatti, fornire alla propria abitazione energia 100% green e sostenibile, ad esempio sfruttando l’energia solare.

5 consigli per prepararsi alla vita off-grid

Da semplice desiderio, l’off-grid diventa una esigenza nello scenario attuale. Ma come ci si prepara? Bluetti, leader del settore dell’energia off-grid, propone cinque step per prepararsi alla vita off-grid. Forte dei suoi 10 anni di lavoro e ricerca in questo ambito e di una vasta offerta di generatori per l’accumulo di energia solare, ecco cosa bisogna fare prima del passaggio completo.

bluetti pannelli solariFonte foto: Bluetti

Rendere la propria casa 100% elettrica

Abbiamo bisogno di poter fare affidamento su una sola fonte di energia, quella elettrica. Bluetti propone dunque di passare all’elettricità e di rinunciare al gas. In cucina bisognerà installare un piano a induzione, per il riscaldamento occorrerà una pompa di calore, che oltretutto assicura un rendimento energetico superiore a quello dei sistemi di riscaldamento a gas.

Prima di rinunciare al gas è però necessario verificare la potenza complessiva del contatore della propria abitazione, che potrebbe richiedere un intervento tecnico volto all’aumento.

Ridurre i consumi e aumentare l’efficienza energetica di casa

Essere autonomi dal punto di vista energetico si traduce inevitabilmente nella necessità di ridurre i consumi, a partire dalle piccole abitudini quotidiane. Anche i dispositivi in standby consumano corrente. Sarà quindi necessario apportare alcuni accorgimenti nella vita quotidiana di tutta la famiglia, come: spegnere le luci nelle stanze che non si utilizzano, staccare la spina di lampade, device, aspirapolveri e simili.

In caso di acquisto di nuovi elettrodomestici, bisognerà porre attenzione alla classe energetica, scegliendo quelli di nuova generazione con una classe energetica elevata.

Isolare termicamente l’abitazione

 Il terzo consiglio di Bluetti è quello di provvedere ad isolare termicamente la propria abitazione, ossia coibentarla. Lo spreco energetico, infatti, può essere causato anche da una casa non perfettamente isolata termicamente: il calore prodotto all’interno dell’abitazione si disperde velocemente all’esterno se la struttura non è stata correttamente isolata. È possibile ricorrere ad un cappotto esterno o prevedere attività di ristrutturazione al fine di minimizzare le fughe di calore (in inverno) e minimizzare l’ingresso del calore esterno (in estate).

Installare un impianto fotovoltaico o utilizzare pannelli solari portatili/mobili

A questo punto, l’abitazione è pronta per il passaggio ad una fonte di energia alternativa. Si può scegliere di installare impianti fotovoltaici completi oppure, se non fosse possibile, pannelli fotovoltaici mobili (o portatili), l’alternativa che assicura anche una certa flessibilità: si applicano alle superfici esterne e possono essere spostati con facilità.

Non tutti sanno che l’installazione dei pannelli fotovoltaici rientra nel Bonus Casa per il 2022. Tutti gli interessati possono quindi chiedere contributi al Governo e all’Unione Europea (fruibili attraverso Bonus Ristrutturazione, Superbonus 110%, Ecobonus 65%) per l’efficientamento e il rimodernamento energetico della propria abitazione. 

Dotarsi di un sistema di accumulo di energia elettrica ad alta capacità

L’ultimo consiglio di Bluetti riguarda lo stoccaggio dell’energia elettrica, che va necessariamente accumulata affinché sia disponibile all’occorrenza. Dopo aver pensato alla fonte di energia ed aver apportato piccoli accorgimenti nella quotidianità casalinga, è necessario infatti pensare alla corretta conservazione della fonte energetica.

Bluetti propone soluzioni modulari, maneggevoli e intuitivamente controllabili, in grado di adattarsi alle esigenze di ogni abitazione. L’azienda propone il modello AC300, 100% modulare, a cui è possibile collegare fino a 4 moduli di batteria B300, ottenendo così una capacità totale di accumulo 12.288Wh. In parole povere: con un singolo modulo è possibile alimentare un forno per 3 ore, un frigorifero per 10 e un microonde fino a scaldare 45 pasti.

Se il consumatore necessitasse di conservare maggiore energia, il consiglio di Bluetti è quello di optare per il modello EP600, modulare come il precedente e componibile verticalmente fino alla capacità massima di 79KWh. Questo modello è alimentato da batterie B500, di maggiore capienza rispetto alle B300, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di un’abitazione media fino a una settimana.

Contenuto offerto da Bluetti

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963